Lunedì, 8 Marzo 2021
Il mondo che verrà

Così il Covid potrà insegnarci a sconfiggere l'Hiv e il cancro

I vaccini a mRNA adottati da Pfizer e Moderna potrebbero rimodellare la medicina. Ne è convinto anche l'epidemiologo dell'Organizzazione mondiale della sanità, Dermot Murnaghan

La pandemia di coronavirus ha stimolato lo sviluppo di una serie di nuove tecnologie mediche e alcune di queste potrebbero condizionare in modo duraturo la capacità dell'umanità di curare malattie fino ad oggi difficili da debellare. E ntrambi i  vaccini anti Covid sviluppati da  Pfizer-BioNTech  e  Moderna  utilizzano una tecnologia a RNA messaggero (mRNA) per inviare istruzioni genetiche alle cellule del corpo.

A differenza dei vaccini tradizionali, che utilizzano virus vivi o depotenziati per addestrare il nostro sistema immunitario, i nuovi vaccini utilizzano una molecola che ha vita breve ma che guida le nostre cellule a produrre una particolare proteina. Nel caso dei vaccini anti Covid l'Rna Messaggero veicola le istruzioni per produrre la proteina Spike che il Sars-Cov-2 utilizza per entrare nelle cellule umane. 

Questa proteina da sola non può far ammalare una persona ma induce una forte risposta immunitaria.  Parlando alla  rivista dell'Mit , il professor Drew Weissman e il dottor Katalin Kariko - la cui ricerca è alla base della tecnologia - hanno affermato che l'mRNA potrebbe in futuro essere utilizzato per trattare altre malattie, come l'Aids, l'anemia falciforme e potenzialmente anche il cancro.

Il dr Drew Weissman cui dobbiamo la tecnologia dei vaccini a mRna

Nel prossimo futuro i ricercatori potrebbero sviluppare farmaci che possono istruire il nostro sistema immunitario a combattere efficacemente l'herpes così come la malaria, ma anache migliorare i vaccini contro l'influenza. Le correzioni genetiche potrebbero inoltre essere utilizzate per sviluppare terapie contro il cancro, l'anemia falciforme e forse anche l'HIV.

Per Weissman, il successo dei vaccini covid non è una sorpresa ma una gradita conferma del lavoro della sua vita.  "Ci lavoriamo da oltre 20 anni", afferma.  "Abbiamo sempre saputo che l'RNA sarebbe stato uno strumento terapeutico significativo".

Per capire la portata di questa tecnologia è bene ricordare che dopo sei settimane dalla trasmissione delle informazioni genetiche del Sars-Cov-2 gli scienziati di Moderna erano già prodotto le prime dosi di vaccino per i test sugli animali sintetizzando sostanze chimiche ed enzimi. Così è nato il primo farmaco a RNA messaggero mai immesso sul mercato.

Moderna e BioNTech hanno venduto i loro colpi di vaccino covid-19 per $ 20 a $ 40 a dose.  E se quello fosse anche il costo della modificazione genetica?  "Potremmo correggere l'anemia falciforme con un solo colpo", dice Weissman.  "Pensiamo che questa sia una nuova terapia rivoluzionaria".

Il CEO di Moderna  Stéphane Bancel ha spiegato che  il Covid-19 è apparso proprio quando la tecnologia dell'RNA messaggero era pronta. Una "aberrazione della storia".  In altre parole, siamo stati fortunati.

Una altra importante qualità dei vaccini a mRna è la possibilità di "aggiornare" il vaccino a seconda delle mutazioni del Sars-Cov-2.

Il Regno Unito ordina 50 milioni di vaccini "aggiornati"

Non a caso il governo britannico ha preordinato altre "50 milioni di dosi" aggiuntive di vaccini anti Covid aggiornati in modo specifico contro le nuove varianti che saranno prodotti nei prossimi mesi. Lo ha detto Matt Hancock, ministro della Sanità di Boris Johnson, in un briefing sulla pandemia.

"Queste dosi vanno a sommarsi alle 400 milioni già prenotate, ha detto Hancock, ricordando che la campagna di vaccinazioni nel Regno ha raggiunto i 2 mesi. Il ministro ha poi evocato un'ulteriore accelerazione delle somministrazioni con la possibilità di tutti gli over 70 non ancora chiamati di contattare da ora il servizio sanitario".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Così il Covid potrà insegnarci a sconfiggere l'Hiv e il cancro

Today è in caricamento