Giovedì, 4 Marzo 2021
Brasile

Sinovac: il Brasile sospende i test sul vaccino cinese dopo "un incidente grave" su un volontario ma...

L'annuncio delle autorità sanitarie carioca: questo tipo di "incidente" avrebbe provocato "effetti collaterali potenzialmente fatali". Ma l'istituto di San Paolo precisa: non è una morte correlata al preparato

L'autorità sanitaria brasiliana Anvisa ha annunciato la sospensione dei test clinici di un candidato vaccino contro il coronavirus del laboratorio cinese Sinovac Biotech dopo "un incidente grave" su un volontario. Non sono stati forniti ulteriori dettagli, ma è stato precisato che questo tipo di "incidente" potrebbe provocare effetti collaterali potenzialmente fatali, invalidità grave, ricovero in ospedale e altri "eventi clinicamente significativi". 

Sinovac: il Brasile sospende i test sul vaccino cinese ma...

Solo ieri il governatore di San Paolo, Joao Doria, aveva annunciato che le prime 120 mila dosi di vaccino contro il Covid prodotte dalla cinese Sinovac, finora uno dei più promettenti, sarebbero state distribuite in Brasile entro il prossimo 20 novembre. La Reuters, che qualche tempo fa aveva raccontato che era morto un volontario che si era sottoposto ai test del vaccino di AstraZeneca e Oxford senza specificare, se non in un "lancio" successivo, che il volontario in questione era morto per altre cause e aveva preso il placebo, oggi fa sapere che secondo Dimas Covas, capo dell'Istituto di ricerca medica di San Paolo Butantan che sta conducendo il processo di sperimentazione,la decisione era correlata a una morte, ma ha aggiunto di aver trovato strano l'annuncio del regolatore "perché è una morte non correlata al vaccino".

"Poiché in questo momento ci sono più di 10.000 volontari, possono verificarsi dei decessi... È una morte che non ha alcuna relazione con il vaccino e per questo non è il momento di interrompere i processi", ha detto Covas all'emittente locale TV Cultura. L'istituto Butantan prevede di tenere una conferenza stampa martedì in mattinata, mentre anche la Bbc racconta della storia senza fare cenno alle precisazioni di Covas. Secondo l'Afp Sinovac ha ancora fiducia nel suo vaccino malgrado la sospensione dei test in Brasile e dice che la morte non ha relazione con il preparato. Si tratta dell'unica reazione fornita ai media dall'azienda cinese finora. 

L'ipotesi lockdown totale in Italia e la data decisiva del 15 novembre

dimas covas vaccino sinovac-2

L'agenzia di stampa Agi ha ricordato che a metà settembre il vaccino era stato inoculato a centinaia di migliaia di persone quando era ancora nella fase tre degli studi clinici. Sono stati quasi tutti i tremila dipendenti dell'azienda farmaceutica cinese e le loro famiglie a ricevere il vaccino sperimentale, ha spiegato il portavoce dell'azienda, Liu Peicheng. La linea di produzione del vaccino di Sinovac, che ha una capacità annuale di oltre 300 milioni di dosi, aveva iniziato le operazioni alla fine di agosto. L'ingresso del vaccino sul mercato di massa è subordinato ai risultati delle ultime sperimentazioni, ma l'amministratore delegato dell'azienda, Yin Weidong, aveva detto di aspettarsi che il suo utilizzo venisse approvato entro la fine dell'anno. A luglio la Cina ha approvato l'uso di emergenza di vaccini per gruppi specifici ritenuti ad alto rischio di esposizione, per esempio il personale medico e funzionari di frontiera. Pechino e' stata la prima citta' in Cina ad avviare il programma di utilizzo di emergenza e decine di migliaia di persone - compresi i lavoratori del mercato alimentare di Xinfadi, che e' stato al centro dell'ultima grande epidemia della capitale a giugno - hanno ricevuto il vaccino Sinovac.

EDIT ore 17,51: Il direttore dell'Istituto Butantan di San Paolo, Dimas Covas, oggi si è detto "indignato" per l'interruzione delle sperimentazioni con il vaccino cinese decisa la notte scorsa dall'Agenzia nazionale per la sorveglianza sanitaria (Anvisa) in seguito alla morte di un volontario. Il Butantan è incaricato di supervisionare i test con il CoronaVac, sviluppato dal laboratorio cinese Sinovac Biotech. Nel corso di una conferenza stampa, Covas si è augurato che Anvisa si sia comportata in maniera "tecnica e indipendente" nella sua scelta. Covas ha poi ribadito che il "grave incidente" accaduto al volontario "non è correlato al vaccino" e che "non si è trattato di una reazione (al farmaco)", garantendo agli altri volontari che "non avranno alcuna reazione avversa". Secondo il canale GloboNews, il volontario deceduto è un uomo di 33 anni, ma né Anvisa né Butantan hanno divulgato i suoi dati. Durante la conferenza stampa è stato riferito che la vittima aveva svolto esami all'Hospital das Clinicas di San Paolo, ma si è evitato di fornire ulteriori dettagli.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sinovac: il Brasile sospende i test sul vaccino cinese dopo "un incidente grave" su un volontario ma...

Today è in caricamento