Sabato, 25 Settembre 2021
SALUTE

Salute, i videogiochi come cura per la depressione negli anziani

Uno studio, ancora in fase preliminare, del Weill Cornell Medical College di New York dimostrerebbe l'utilità dei "giochi dei nipotini" per superare la depressione senile

Anziani depressi? La "cura" potrebbe arrivare dai giochi dei nipotini. O meglio, dai videogiochi. Stano a uno studio preliminare del Weill Cornell Medical College di New York su soggetti da 60 a 86 anni pubblicato da Nature Communications, alcuni 'mind games' appositamente studiati riuscirebbero a migliorare i sintomi nei soggetti in cui i farmaci falliscono. 

I ricercatori del college hanno infatti sviluppato diversi giochi tesi a migliorare le cosiddette "funzioni esecutive", dall'attenzione all'accuratezza nei movimenti alla memoria, che sono associate al 40% dei casi di depressione degli anziani. 

Tutti i soggetti che hanno partecipato allo studio non avevano risposto alle terapie farmacologiche, e hanno giocato per un totale di 30 ore nell'arco di un mese. Risultato: "In tutti i soggetti i sintomi si sono ridotti sensibilmente in appena quattro settimane - scrivono gli autori - un risultato paragonabile a quello che si ottiene con l'ultima generazione di antidepressivi in tre mesi". 

Il test, aggiungono gli autori, è ancora preliminare, ma se i risultati verranno confermati i giochi potranno essere usati anche per altri problemi di natura psicologica. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salute, i videogiochi come cura per la depressione negli anziani

Today è in caricamento