rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Il riconoscimento

Il Nobel per la fisica ad Agostini, Krausz e L'Huiller per la scoperta degli attosecondi

Sono stati premiati per l'invenzione dei segnali più brevi mai creati dall'uomo e che promettono di aprire la via a una nuova era dell'elettronica

Pierre Agostini, Ferenc Krausz e Anne L'Huillier hanno vinto il premio Nobel per la fisica 2023. Il riconoscimento è stato assegnato ai tre scienziati per l'invenzione degli "attosecondi", i segnali più brevi mai creati dall'uomo e che promettono di aprire la via a una nuova era dell'elettronica. L'Accademia reale svedese delle scienze ha quindi deciso di premiare i tre pionieri della ricerca sull'infinitamente piccolo.

Si tratta dei tre scienziati che hanno messo a punto i primi strumenti per poter esplorare il mondo degli atomi e delle molecole. Con i loro esperimenti, hanno dimostrato che si possono creare impulsi di luce di brevissima durata, che possono poi essere utilizzati per misurare i processi di moto o di cambio di energia degli elettroni. Pierre Agostini, di origini francesi, lavora negli Stati Uniti, nell'Ohio State University; l'ungherese Ferenc Krausz dirige in Germania l'Istituto Max Planck di ottica quantistica; Anne L'Huillier, anche lei di origini francesi, lavora nell'università svedese di Lund.

Il Nobel è uno dei più importanti e prestigiosi riconoscimenti nel campo delle scienze, e quello per la fisica viene assegnato dal 1901. Lo scorso anno il prestigioso premio fu assegnato ad Alain Aspect, John Clauser e Anton Zellinger per la loro ricerche nell'ambito della meccanica quantistica. Nel 2021, invece, il Nobel venne assegnato allo scienziato italiano Giorgio Parisi per gli studi sui sistemi fisici complessi. Dal 1901, su 222 vincitori del premio Nobel per la fisica, solo quattro sono state donne.

Continua a leggere su Today.it...

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Nobel per la fisica ad Agostini, Krausz e L'Huiller per la scoperta degli attosecondi

Today è in caricamento