Domenica, 13 Giugno 2021
Animali

Molto di quello che pensate di sapere sulle vipere è falso

Sulle vipere si dice tanto, ma spesso le informazioni non sono corrette

Un po' tutti abbiamo paura delle vipere e per questo motivo temiamo qualsiasi tipo di serpente o animale che ci assomigli. Le vipere sono sicuramente pericolose, ma spesso e volentieri si tratta di paure eccessive. Lo dimostra l'ultima storia che avevamo raccontato.

Intanto la questione veleno. Come spiegato in maniera puntuale su Wired.it esistono quattro specie di vipera: alcune, come la vipera comune, presente in tutta Italia, altre solo in alcune zone, al punto da essere considerate specie vulnerabili.

Le vipere in genere si alimentano di piccoli vertebrati o cavallette e utilizzano il proprio veleno. Per questo motivo, anche se il morso può essere molto doloroso per l'essere umano, è molto raro (circa 4 su 8.000) che possa provocare morte perché la quantità di veleno inoculata è "ideale" per organismi molto più piccoli e quindi molto inferiore alla dose letale. Sono invece soggetti a rischio bambini, anziani e persone allergiche. Se i numerosi presentati sopra possono sembrare tanti pensate che su 500.000 persone punte da api, vespe e calabroni circa 1-2 muoiono (per reazioni allergiche).

Vi sono altre dicerie sulle vipere senza alcun fondamento. Ad esempio che partoriscano i piccoli stando sui rami degli alberi o che siano attratte dal latte. Sono solo leggende mai dimostrate.

E cosa fare se si viene morsi?

No, incidere la ferita e succhiare il sangue avvelenato non è una buona idea. Semplicemente è inutile e si rischia di trasmettere malattie infettive.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Molto di quello che pensate di sapere sulle vipere è falso

Today è in caricamento