Lunedì, 8 Marzo 2021

Bonus insegnanti, le novità del nuovo anno scolastico: come spendere i soldi

Può essere utilizzato per le spese sostenute per l'aggiornamento professionale e per la formazione. Il Miur ha messo a disposizione una piattaforma online, chiamata Carta del Docente, a cui gli insegnanti di ruolo devono registrarsi per acquistare

Si avvicina il rientro a scuola per studenti, professori e personale scolastico. A settembre saranno in molti a ricevere per la prima volta la Carta del docente, il cosiddetto "Bonus insegnanti". Quali sono le novità del 2018/2019? E come spendere il bonus di 500 euro di quest'anno? Sul sito dedicato alla Carta del docente si legge: "A partire dal 1 settembre p.v. l’applicazione cartadeldocente sarà momentaneamente sospesa per la gestione del cambio dell’anno scolastico. Si segnala che i portafogli dei docenti già registrati verranno momentaneamente disattivati e gli importi dei buoni prenotati e non spesi verranno annullati d’ufficio ed attribuiti al residuo dell’anno scolastico 2017/2018. Inoltre saranno bloccate le funzionalità di validazione dei buoni sia da applicazione che da web service. Potrai acquistare fra l'altro libri, riviste, ingressi nei musei, biglietti per eventi culturali, teatro e cinema o per iscriverti a corsi di laurea e master universitari, a corsi per attività di aggiornamento, svolti da enti qualificati o accreditati presso il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca".

Bonus insegnanti 2018-2019: che cos'è la Carta del docente

La Carta del docente è un'iniziativa del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca prevista dalla legge 107 del 13 luglio 2015 (Buona Scuola), art. 1 comma 121, che istituisce la Carta elettronica per l'aggiornamento e la formazione dei docenti di ruolo delle istituzioni scolastiche. Il bonus insegnanti 2018-2019 è un beneficio economico riservato soltanto ai docenti titolari di una cattedra in una scuola pubblica di ogni ordine e grado. Sono esclusi quindi sia gli insegnanti delle scuole private che i precari. Sono compresi tra i beneficiari del bonus insegnanti, invece, coloro che sono diventati di ruolo grazie al Piano Straordinario assunzioni che hanno raggiunto la provincia di titolarità e a quelli che invece avranno un ruolo provvisorio tramite la Fase C. L'identità dei docenti è verificata attraverso il Sistema pubblico per la gestione dell'identità digitale di cittadini e imprese, di seguito denominato «SPID». Per poter utilizzare la Carta, il docente dovrà dotarsi del proprio SPID e autenticarsi sul sito cartadeldocente.istruzione.it.

Calendario scuola 2018-2019: rientro anticipato per alcuni, le date regione per regione 

Il docente deve utilizzare la Carta del Docente per sostenere le proprie spese di aggiornamento e formazione: può utilizzare il bonus di 500 euro per acquistare libri, pubblicazioni e riviste anche in formato digitale; oppure pc o tablet utili per la propria formazione; per l'iscrizione a corsi per l'attività di aggiornamento e di qualificazione delle competenze professionali. Fanno parte della formazione del docente anche le rappresentazioni teatrali e cinematografiche, gli ingressi ai musei, gli spettacoli dal vivo, le mostre e gli eventi culturali. La Carta del Docente è utilizzabile anche su Amazon.it. Nel dettaglio, il buono insegnanti su Amazon può essere speso per l'acquisto di libri, ebook o eReader Kindle. Altrimenti, potete utilizzare il buono spesa per Amazon acquistando uno dei prodotti informatici che trovate nella sezione dedicata. Come spendere il buono su Amazon.it? Basta accedere alla Carta del Docente, generare un buono del valore di 5€, 10€, 50€, 100€ o 250€ e convertirlo in un codice Amazon sul sito amazon.bonus-docenti.it.

L'infografica di Money.it


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bonus insegnanti, le novità del nuovo anno scolastico: come spendere i soldi

Today è in caricamento