Domenica, 24 Gennaio 2021
Italia

Vaccini, Di Maio fa chiarezza: "La scuola inizierà con il decreto Lorenzin"

Chiarendo le speculazioni degli ultimi giorni Luigi Di Maio spiega come inizierà il nuovo anno scolastico. Poi spiega le prossime sfide del Governo. E sul pericolo dell'attacco speculativo di settembre il vicepremier si affida alle riforme

Il nuovo anno scolastico inizierà con il regime disposto dal decreto Lorenzin. Lo spiega chiarendo le speculazioni degli ultimi giorni il vicepremier Luigi Di Maio. "C'è un disegno di legge che sarà approvato nei tempi parlamentari - spiega Di Maio in una lunga intervista al Corriere della Sera - Voglio mettere a tacere qualche idea malsana contro i vaccini".

"Da quando sono capo politico del Movimento non siamo mai stati contro, noi vogliamo che si facciano. Poi quel che noi non vediamo di buon occhio è legare l'obbligo alla frequenza scolastica, invece che introdurlo quando c'è il rischio di epidemie".

Vaccini a scuola: tutto quello che c'è da sapere

Per il prossimo anno scolastico è bene ricordare, è stata sospesa la disposizione legislativa che subordinava l'iscrizione a scuola alla presentazione della documentazione vaccinale. Sia chiaro, le vaccinazioni indicate dalla legge continuano ad essere obbligatorie, non così la presentazione dei documenti che ne attestano la reale esecuzione ai fini dell’iscrizione e della frequenza a scuola.

L’obbligo di presentazione del documento attestante le vaccinazioni per l'iscrizione a scuola è infatti slittato all'anno scolastico 2019-2010.

Vaccini, Di Maio: "La legge va applicata"

"La mamma che si vanta di aver falsificato l`autocertificazione sappia che rischia fino a due anni di galera" incalza Di Maio - La legge va applicata, perché non si gioca con la salute".

Di Maio aggiunge che il premier Giuseppe Conte "sta incarnando al meglio lo spirito di questo Governo, che tiene dentro M5s e Lega" Sulla Tav - continua Di Maio - come è scritto nel contratto va ridiscussa. Salvini e io abbiamo visioni differenti - conclude - ma troveremo la soluzione anche qui. Per il Tap, sarà il presidente del consiglio a trovare un`intesa entro fine anno. Sono fiducioso".

Di Maio spiega le prossime sfide del Governo

"Non credo che avremo un attacco speculativo. Non vedo il rischio concreto che questo Governo sia attaccato, è più una speranza delle opposizioni. E se qualcuno vuole usare i mercati contro il Governo, sappia che non siamo ricattabili.

"Non è l'estate del 2011 e a Palazzo Chigi non c'è Berlusconi" dice il vicepremier e ministro Luigi Di Maio.

"Le nostre idee mirano a stabilizzare la situazione economica. I provvedimenti fondamentali del contratto li faremo col massimo rispetto degli equilibri di bilancio, ma anche chiedendo all`Europa di farci fare le riforme che ci permetteranno di abbattere il debito pubblico".

"Il decreto dignità aumenterà la produttività delle aziende. La flat tax e il reddito di cittadinanza ci permetteranno di aumentare la domanda interna".

"Viste le crisi che ci ha lasciato il precedente Governo si impone un decreto legge per ricostituire la cassa integrazione per cessazione". 

"Mi sto battendo per risolvere il problema degli imprenditori che se ne vanno all`estero - dice - prima se un`azienda delocalizzava i lavoratori avevano la cassa integrazione per 36 mesi, circa l`80% dello stipendio. Da quando il Jobs act l'ha eliminata finiscono nel vortice dei centri per l`impiego a 50 o 60 anni. Finché non li riformeremo queste famiglie hanno bisogno di aiuto".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini, Di Maio fa chiarezza: "La scuola inizierà con il decreto Lorenzin"

Today è in caricamento