rotate-mobile
Lunedì, 4 Marzo 2024
Scuola

Prove Invalsi 2023, cosa sono e chi deve fare gli esami

Da marzo a maggio migliaia di studenti chiamati a sostenere test di italiano, inglese e matematica. Le date e tutte le informazioni utili

Conto alla rovescia per gli studenti, che dal primo marzo devono confrontarsi con le prove Invalsi. Si tratta di test per valutare la preparazione in italiano, matematica e inglese. I primi a sostenere le prove Invalsi 2023 sono gli alunni dell'ultimo anno delle superiori (in 515mila a giugno devono sostenere l'esame di Maturità). Dal 3 aprile tocca ai 575mila studenti di terza media, a maggio sarà la volta degli alunni di seconda e quinta primaria (elementare) e di quelli di seconda superiore. 

Quest'anno, per la prima volta, le prove Invalsi sono requisito di ammissione all'esame di Maturità e di terza media, anche se non hanno nessuna influenza sugli esiti finali. A prevederlo è un decreto legislativo del 2017, che però non è mai stato applicato per le sospensioni legate all'emergenza Covid.

A cosa servono le prove Invalsi

Le prove Invalsi sono test standardizzati che gli studenti svolgono in diverse fasi del loro percorso scolastico, per individuare il loro livello di competenze su scala nazionale. Vengono ripetute annualmente in modo, quindi, da tracciare uno storico sulle competenze e conoscenze degli studenti.

Sono preparate dall’Istituto Nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e formazione (Invalsi), un ente di ricerca vigilato dal ministero dell’Istruzione. Le prove Invalsi sono obbligatorie. 

  • La prova di italiano serve per valutare la capacità di comprendere un testo e la grammatica (sempre finalizzata alla comprensione di un testo scritto).
  • Il test di matematica riguarda aritmetica, geometria, algebra, statistica e probabilità.
  • L’inglese - test previsto solo nelle classi conclusive - serve per accertare le abilità in ascolto e lettura. Il livello ritenuto adeguato sarà A1 in quinta primaria, A2 in terza media, B2 in quinta superiore. Per venire incontro agli studenti anche quest’anno sono confermate le prove bi-livello: se, ad esempio, in quinta superiore non si arriva al B2, potrà comunque essere certificato il livello B1.

Le prove Invalsi 2023 per gli alunni del liceo

Lo svolgimento delle prove Invalsi è requisito di ammissione all’esame di Stato. Le discipline oggetto di esame sono italiano, matematica e inglese (prova di ascolto e prova di lettura).

Per le classi campione le prove si svolgono in tre giornate distinte, alla presenza di un osservatore esterno inviato dall’Ufficio scolastico regionale competente, scelte dalla scuola tra le seguenti quattro date: 

  • mercoledì 1° marzo 2023;
  • giovedì 2 marzo 2023;
  • venerdì 3 marzo 2023;
  • lunedì 6 marzo 2023.

Per le classi non campione le prove si svolgono tra l’1 marzo 2023 e il 31 marzo 2023 in un arco temporale indicato da Invalsi ma in base alle esigenze organizzative delle scuole. 

Le prove Invalsi 2023 per gli alunni della terza media

Lo svolgimento delle prove Invalsi è requisito di ammissione all’esame di Stato. Le discipline oggetto di rilevazione sono: italiano, matematica e inglese (prova di ascolto e prova di lettura).

Per le classi campione si svolgono in tre giornate distinte, alla presenza di un osservatore esterno inviato dall’ufficio scolastico competente, scelte dalla scuola tra le seguenti quattro date:

  • lunedì 3 aprile 2023;
  • martedì 4 aprile 2023;
  • mercoledì 5 aprile 2023;
  • mercoledì 12 aprile 2023.

Per le scuole in lingua italiana della Provincia Autonoma di Bolzano il calendario di svolgimento delle prove è adattato alle specifiche esigenze locali ed è comunicato dal Servizio provinciale di valutazione.

Nelle classi non campione le prove Invalsi si svolgono tra il 3 aprile 2023 e il 28 aprile 2023 in un arco temporale indicato da Invalsi ma deciso dalle scuole.

Le prove Invalsi 2023 per la scuola primaria (elementare)

Le prove Invalsi 2023 per la scuola primaria saranno svolte dalle alunne e dagli alunni in formato cartaceo secondo il seguente calendario:

  • mercoledì 3 maggio 2023 la prova di inglese (V primaria);
  • venerdì 5 maggio 2023 la prova di italiano (II e V primaria) e la prova di lettura a tempo (2 minuti) che è svolta solo dalle classi campione della II primaria e da tutte le classi di II primaria delle scuole in lingua italiana della provincia autonoma di Bolzano;
  • martedì 9 maggio 2023 la prova di matematica (II e V primaria).

Le prove Invalsi 2023 per la scuola secondaria di primo e secondo grado sono svolte dalle studentesse e dagli studenti in formato elettronico e interamente online.

Test Invalsi e dispersione scolastica

I  test Invasi potrebbero ben presto diventare uno dei criteri utilizzabili per individuare i 150 istituti più in difficoltà in termini di dispersione scolastica, per i quali il ministro dell’Istruzione e del merito, Giuseppe Valditara, intende avviare un percorso di supporto ad hoc. Investimenti contro la dispersione sono previste anche nel Pnrr e il piano di azione è ancora al vaglio degli uffici del ministero dell'Istruzione.

Tutte le notizie su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prove Invalsi 2023, cosa sono e chi deve fare gli esami

Today è in caricamento