Venerdì, 5 Marzo 2021

Indetto il primo sciopero per il rientro dei docenti meridionali nelle proprie terre

L’obiettivo dello sciopero - a cui hanno aderito molteplici comitati di docenti - è quello di portare all'attenzione del Ministero le problematiche degli insegnanti dislocati sul territorio, che hanno la necessità di tornare nelle loro città di origine

Uno sciopero nazionale del personale docente è stato indetto dal sindacato Ulm Scuola per l'intera giornata di lunedì 12 novembre. Lo rende noto il Ministero dell'Istruzione. 

L’obiettivo dello sciopero - a cui hanno aderito molteplici comitati di docenti - è quello di portare all’attenzione del Ministero le problematiche degli insegnanti dislocati sul territorio, che hanno la necessità di tornare nelle loro città di origine, soprattutto al meridione.

Ancora una volta, dunque, la questione territoriale è al centro: sono numerosissimi i docenti costretti al trasferimento o al pendolarismo pur di poter insegnare e inseguire il sogno di una vita. Insegnanti e personale sottoposti a stress mentale, fisico ed emotivo, perchè la lontananza da casa si fa sentire e non permette di godere appieno di una vita dignitosa e soddisfacente.

Sciopero scuola 12 novembre 2018

sciopero 12 novembre-2

Tutto nasce dal mancato inserimento nella legge di bilancio di un fondo necessario alla stabilizzazione delle cattedre.

Nella nota a firma di Nastrini Liberi Uniti, DISA  2014, Osservatorio Diritti scuola, Comitato 8000 esiliati fase B, Docenti Immobilizzati gruppo fbche appoggiano lo sciopero della ULM Scuola, si legge: "È la prima volta in assoluto che viene indetto uno sciopero con l’unica motivazione del rientro dei docenti meridionali nelle proprie terre".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Indetto il primo sciopero per il rientro dei docenti meridionali nelle proprie terre

Today è in caricamento