rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Scuola

Obbligo dei vaccini per i bambini a scuola: la mappa regione per regione

Ci sono regole diverse da nord a sud. Tutto quello che c'è da sapere sulle nuove norme sull'obbligo delle vaccinazioni

Camera e Senato hanno dato il via libera al decreto Lorenzin che prevede l’obbligatorietà del vaccino per l’iscrizione a scuola. La norma prevede ora dieci vaccini obbligatori: contro polio, difterite, tetano, epatite B, pertosse, emofilo di tipo B, morbillo, parotite, rosolia e varicella. Altri quattro – anti-meningococco B e C, anti-pneumococco e anti-rotavirus – vengono attivamente consigliati dalle Asl.

Tra rinvii, regole diverse e controlli, l'approccio alle nuove norme sull'obbligo delle vaccinazioni non è uniforme in tutte le regioni italiane. Ecco una guida utile su cosa è previsto a seconda di dove si vive.

Vaccinazione nelle Asl italiane (foto Ansa)

Piemonte

La Regione ha già inviato alle famiglie di tutti i bambini non in regola delle lettere con gli appuntamenti fissati per fare i vaccini mancanti, che vanno portate a scuola. Chi li ha già tutti, invece, non riceve niente e deve limitarsi a consegnare alle scuole i documenti o l’autocertificazione utilizzando un modulo che si scarica dai siti delle Asl e della Regione. Già spedite 61mila lettere ai genitori inadempienti.

Valle d'Aosta

I genitori di bambini e ragazzi fino a 16 anni riceveranno dall’azienda sanitaria le attestazioni delle avvenute vaccinazioni da portare a scuola. Chi non è in regola verrà invece invitato a contattare la Asl di riferimento, che chiamerà la famiglia ad un incontro dove sarà spiegata l’importanza delle vaccinazioni e saranno fissati gli appuntamenti per regolarizzare la situazione.

Clicca su continua per le regole nelle altre regioni

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Obbligo dei vaccini per i bambini a scuola: la mappa regione per regione

Today è in caricamento