Giovedì, 25 Febbraio 2021

La strana storia di Gerry Scotti e Mario Draghi

Un meme che circola su Facebook e Whatsapp racconta una strana (e falsa) storia su... un biscotto e una lezione di matematica. Ma no, il conduttore non ha insegnato a SuperMario le addizioni

Mentre il presidente del Consiglio incaricato "con riserva" Mario Draghi tornerà lunedì con il suo secondo giro di consultazioni, un meme piuttosto divertente sta girando in rete da alcune ore che lo vede protagonista di un racconto insieme a Gerry Scotti e a... un biscotto. Si tratta di una foto con un (falso) aneddoto pubblicato da una pagina facebook: "Un giorno Gerry Scotti stava uscendo da un negozio con una scatola di biscotti. Incrociò lo sguardo di un bambino che piangeva con davanti un quaderno. Gli chiese 'Piccolo che succede?' e il bimbo 'Devo finire questi compiti o i miei genitori non mi daranno da mangiare, ma non capisco la matematica'. A quel punto Gerry porgendogli un biscotto disse 'Se te ne do un altro quanti ne avrai?'. E il bimbo: 'Due?'. E Gerry: 'Esatto. Ora conosci le addizioni'. Quel bimbo era Mario Draghi". 

 gerry scotti mario draghi-2

Naturalmente si tratta di un aneddoto falso ma a giudicare dalla sua circolazione su Facebook, Whatsapp e Telegram non tutti sembrano averlo capito, anche se Scotti è nato nel 1956 e Draghi nel 1947. Un compagno di scuola di Draghi era Giancarlo Magalli e il conduttore ha condiviso con il neo premier in carica gli anni del liceo, a Roma (al Massimiliano Massimo), di cui conserva ricordi indelebili. "Draghi era intelligente, simpatico e una persona molto corretta: non era uno di quelli che faceva la spia al professore. Insomma, era una persona estremamente piacevole" racconta Magalli all'Adnkronos , lasciandosi sfuggere anche qualche commento sul look: "Da ragazzino era come adesso, con la sua riga, pettinato come adesso e sempre con quel sorriso che era il suo biglietto da visita". Dopo aver rispolverato il passato, Magalli si lancia in previsioni politiche: "Il mio timore è che i politici di mestiere gli remeranno tutti contro affinché non si noti troppo che è più bravo di loro".

Pensioni flessibili, meno tasse, coesione sociale: il programma del governo Draghi nato a Città della Pieve

Su Facebook il conduttore ha anche pubblicato una vecchia foto di classe, aggiungendo: "Da quando si è saputo dell'incarico a Mario Draghi sono letteralmente sommerso da telefonate di giornalisti che mi chiedono commenti e foto d'epoca. Non ho accontentato nessuno di loro, ma voglio far sorridere voi e vi allego due foto, una mia ed una di Mario, all’epoca della scuola e l'annuario con l'elenco dei componenti la classe. Detto ciò faccio a Mario gli auguri più affettuosi, pur consapevole che proveranno tutti a fargli lo sgambetto. Poveri noi". Su Twitter invece fino ad alcuni giorni fa circolava l'hashtag #quellavoltachedraghi, con il quale si ironizzava sulle virtù taumaturgiche attribuite all'ex presidente della Banca Centrale Europea: in questo caso si ricorda quella volta che Draghi:

  • insegnò a Chuck Norris il calcio rotante; 
  • ritrovò il centro di gravità permanente e lo restituì a Battiato; 
  • diede un morso a una mela e inventò il logo di Apple;
  • mise una moneta da un euro nel carrello del supermercato e ne ritrovò cento;

Insomma, forse le aspettative nei confronti del presidente della Bce sono un tantino troppo alte...

Cos'è questa storia di Draghi e del Britannia

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La strana storia di Gerry Scotti e Mario Draghi

Today è in caricamento