Giovedì, 4 Marzo 2021

Come scegliere l’animale da adottare: tips e consigli utili

Come riuscire a scegliere l'animale giusto con cui convivere? Ecco alcuni consigli e valutazioni da fare prima di adottare un pet

Scegliere l'animale con cui convivere e dividere i propri spazi non è una cosa da poco, perché questo resterà con noi per diversi anni.

Per tale ragione, è necessario chiedersi perché si vuole adottare un animale, come si pensa di riuscire ad affrontare i cambiamenti che inevitabilmente ci saranno e, soprattutto, qual è il pet più adatto.

Ecco alcuni consigli per riuscire a capire qual è l’animale più giusto da adottare.

Perché adottare un pet?

La prima domanda che bisogna porsi è “perché si desidera adottare un pet? Cosa spinge a prendere questa decisione?".

A questi interrogativi bisogna necessariamente trovare una risposta, perché adottare un animale significa assumersi delle responsabilità e, soprattutto, prendersene cura sempre.

Adottare un cane o un gatto è un impegno a lungo termine, basti pensare ad esempio che alcuni di questi felini riescono a vivere per ben 20 anni, un arco di tempo lungo e durante il quale il pet dipenderà sempre dal proprio padrone.

Quindi, la vera domanda da porsi prima di compiere un passo così importante è: “sono pronto a impegnarmi costantemente per 15-20 anni?”

Se la risposta è sì, allora non resta che scegliere l’animale più adatto alla propria famiglia.

Come scegliere l’animale con cui convivere

Se si vive da soli, prima di adottare un pet bisogna fare i conti con le proprie abitudini; ad esempio, chi ama lo sport e l’attività fisica potrebbe avere difficoltà con un cane pantofolaio e pigro, come il Bulldog francese; meglio adottare un Beagle oppure Dalmata.

Se si vive in famiglia, invece, il discorso cambia perché bisogna fare i conti con le abitudini di tutto il gruppo.

Adottare un animale, di qualunque specie, significa aggiungere a tutti gli effetti un nuovo individuo in casa e, nonostante i buoni propositi, se non ci sono accordo e armonia si possono venire a creare tensioni, che possono riflettersi sul benessere del pet.

Un altro punto da valutare è la convivenza con i bambini. In questo caso, infatti, è consigliabile optare per dei pet che amano i più piccoli, nel caso dei cani è meglio adottare un Labrador, dolce e affettuoso. 

Un altro consiglio se si hanno bambini è di porre le basi per favorire una relazione e una convivenza serene, ciò implica anche educare i più piccoli ad avere rispetto per gli animali in quanto esseri viventi.

Stile di vita e carattere

Prima di procedere con l’adozione del pet è necessario anche valutare il proprio stile di vita, che potrebbe subire dei cambiamenti.

Infatti, è bene sottolineare che quando si adotta un animale le sue esigenze vanno rispettate e accolte, e questo potrebbe portare a uno stravolgimento della propria routine.

Quindi, prima di compiere questo passo così importante è necessario domandarsi: “si è disposti a rinunciare a qualcosa?”

Accanto a tutto ciò, bisogna valutare anche lo spazio a disposizione. In caso di un appartamento è bene puntare su pet di piccole dimensioni, dal Bassotto al Chihuahua per quanto riguarda i cani; mentre, per i gatti è consigliabile adottare un Siamese o un Persiano due razze docili e affettuose, adatte alla vita d'appartamento.

Un altro consiglio se si è persone abbastanza attive è di optare per un pet anziano, che non deve essere educato o addestrato e, soprattutto, è in grado di trascorrere più tempo da solo in autonomia in casa rispetto, invece, a un cucciolo.

Anche il carattere è un elemento da tenere in considerazione quando si sceglie di adottare un animale, perché vi sono pet più o meno socievoli; quindi, ad esempio se si è persone solitarie e timide e si decide di adottare un cane è bene scegliere delle razze timide e introverse come:

  • Chinese Crested Dog
  • Husky
  • Beauceron

Le risorse economiche

Un altro elemento da prendere in considerazione se si decide di adottare un animale sono le proprie risorse economiche, perché prendersi cura di un pet richiede non solo tempo ma anche denaro.

Basti pensare alle periodiche visite di controllo dal veterinario, oppure, se si adotta un cane al canile vi sono i vaccini, la sverminazione e dei costi di adozione da dover obbligatoriamente affrontare.

In più, un animale anche se vive in appartamento ha bisogno di stimoli, come i giochi, accessori quali la cuccia, il guinzaglio, cuscini e coperte in inverno e molto altro ancora.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come scegliere l’animale da adottare: tips e consigli utili

Today è in caricamento