rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Animali domestici

Avvistamento orsi: cosa fare se li incontriamo in montagna

Qual è il comportamento giusto e cosa non fare se si incontra un orso durante una passeggiata in montagna

Le giornate ancora soleggiate sono l’ideale per trascorrere un po’ di tempo in montagna, all’aria aperta e immersi nella natura; può capitare, però, di fare incontri non proprio programmati, stiamo parlando degli orsi.

Questi animali grandi e maestosi abitano le montagne e i boschi intorno, e durante trekking e passeggiate è possibile vederli, così come è accaduto ad agosto nel Parco dell'Adamello in Valle Camonica

Ma cosa fare e come comportarsi se si incontra un orso bruno? Scopriamolo insieme.

Orso bruno: conosciamolo meglio

La prima cosa da tenere a mente è che quando l’orso incontra l'uomo si comporta in modo schivo e timoroso, perché ha paura nonostante sia molto più grande dell’essere umano e, di conseguenza, come gran parte degli animali selvatici tende a fuggire.

Basti pensare che l’orso ha un olfatto e un udito molto più sviluppati dell’uomo, quindi nella stragrande maggioranza dei casi l'essere umano non si accorge neanche della presenza dell’orso che a sua volta ha tutto il tempo per allontanarsi.

Un’altra cosa da sapere è che l’orso che si solleva sulle zampe posteriori non vuole minacciare, sta semplicemente valutando la situazione per capire come agire; si tratta di un comportamento difensivo che mette in atto perché spinto dalla paura.

Ricorda, inoltre, che questi animali hanno un’ottima vista, sono in grado di arrampicarsi sugli alberi e corrono veloci quanto un cavallo. Quindi, se capita di incontrare accidentalmente un orso in montagna è bene evitare di infastidirlo e intimorirlo, perché come accade per tutti gli animali selvatici mettono in atto l’istinto di difesa.

In particolare vi sono alcune situazioni più a rischio, come:

  • se si incontra una femmina d’orso insieme ai suoi cuccioli
  • un orso che mangia può essere aggressivo perché cerca di difendere il suo pasto
  • se vai in montagna con un cane, questo può spaventare l’orso che per difesa può diventare pericoloso.

Cosa fare e cosa non fare se si incontra un orso

Se si passeggia in montagna e si vede un orso in lontananza è bene evitare di attirare l’attenzione e allontanarsi il prima possibile, soprattutto se si tratta di cuccioli di orso, ricorda che la madre ha un forte e potente istinto di protezione.

In caso di incontro piuttosto ravvicinato, quindi, se ci si trova improvvisamente a pochi metri di distanza da un orso, è fondamentale restare molto calmi far sentire la propria voce, senza urlare, in modo che l’animale si allontani da solo spontaneamente.

Ricorda, inoltre, che questi animali tendono a simulare attacchi solo con l’obiettivo di allontanare l’eventuale “nemico”; quindi, se l’orso si alza in piedi o simula un attacco cerca di allontanarti con molta calma e cautela. Se dovesse seguirti, è meglio fermarti e parlare con voce calma in modo che l’animale possa riconoscere chi ha di fronte; è opportuno evitare di lanciare pietre, oggetti e pezzi di legno contro l’animale, ma anche scappare o arrampicarsi su un albero sono tutti comportamenti errati che potrebbero innervosirlo.

Cosa fare in caso di attacco 

Attacchi da parte di orsi verso l’uomo sono molto rari, ma se dovesse accadere il consiglio è quello di ripararsi con lo zaino o qualsiasi altro tipo di equipaggiamento si ha a disposizione, come il cestino dei funghi ad esempio. Se ciò non dovesse bastare, posizionati a terra in posizione fetale riparando la testa con le braccia, oppure sdraiati a terra a faccia in giù, coprendo il collo con le mani.

Appena possibile contatta i soccorsi e la Guardia Forestale. E’ importante non andare mai in montagna da soli, soprattutto se si è inesperti.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avvistamento orsi: cosa fare se li incontriamo in montagna

Today è in caricamento