animali-domestici

Antiparassitari naturali: quali sono e come si usano

Cosa sono e come si usano gli antiparassitari naturali: una guida alla scelta del prodotto migliore

Chi convive con un cane o un gatto sa bene che con la bella stagione, il sole e il caldo, è importante proteggere il proprio amico a 4 zampe non solo dai forasacchi ma anche da pulci, flebotomi, zanzare, acarizecche.

Questi piccoli, ma fastidiosissimi insetti, possono compromettere seriamente lo stato di salute del pet, di conseguenza è fondamentale prevenire e scegliere un antiparassitario efficace e, al tempo stesso, non pericoloso per l’animale.

Per prevenire problematiche legate alla puntura di questi parassiti, è opportuno rivolgersi al proprio veterinario, in modo tale da riuscire a capire qual è l’antiparassitario più adeguato da utilizzare.

La scelta è davvero ampia e variegata, in commercio vi sono diverse tipologie di antiparassitari:

  • a collare
  • spray
  • spot on

Su questo fronte, però, da qualche anno vi sono delle novità in quanto si stanno diffondendo sempre di più prodotti realizzati con sostanze naturali, dall’efficace azione repellente e in grado di proteggere i pet a 360° dalle punture di zecche e pulci.

Cosa sono gli antiparassitari naturali

Gli antiparassitari naturali sono prodotti in grado di allontanare pulci, zecche, flebotomi e zanzare, proteggendo così l’animale da questi fastidiosissimi insetti.

Si tratta di prodotti a base di olio di Neem, ossia uno dei più potenti ed efficaci antirepellenti presente in natura.

L’olio di Neem deriva dall’Azadirachta Indica, una pianta originaria dell’India e della Birmania, è ricco di antiossidanti e svolge un’importante azione repellente, antibatterica e antivirale.

In questi prodotti per animali, l’azione di questo olio è combinata con altre sostanze naturali, come la citronella, il tea tree, l’eucalipto, il timo e l’olio essenziale di lavanda; tutte queste sostanze insieme svolgono un’efficace azione protettiva contro parassiti e zanzare.

Come si usano gli antiparassitari naturali

Gli antiparassitari naturali hanno la stessa funzione di quelli chimici, nonostante le sostanze e gli oli in essi presenti abbiano principi attivi più volatili.

Questi prodotti sono efficaci in quanto le molecole naturali svolgono un’azione repellente soprattutto nei confronti di zanzare e flebotomi.

Per quanto riguarda l’utilizzo, dipende dalla tipologia di antiparassitario che si acquista:

  • lozione: deve essere applicato direttamente sulla cute per favorirne il completo assorbimento
  • collare: rilascia pian piano le sostanze repellenti che allontanano pulci e zanzare
  • shampoo: utile per intensificare l’azione repellente di spray o collari
  • spray per tessuti: efficace contro pulci e pidocchi, e utile per igienizzare gli ambienti e gli accessori con cui i pet entrano in contatto

Nel caso in cui i parassiti siano già insediati nell’animale, è necessario intervenire con un antiparassitario chimico, oppure combinare l’azione di quest’ultimo con un prodotto più naturale.

La scelta migliore in caso di dubbi e incertezze è sempre quella di rivolgersi al proprio veterinario che, conoscendo la storia clinica e la situazione epidemiologica del pet, sarà in grado di indicare la strada migliore da percorrere per garantire la salute e il benessere dell’animale.

In Evidenza

I più letti della settimana

  • Igiene del gatto: come aiutarlo nella pulizia quotidiana

  • Come le stagioni influenzano il sonno di cani e gatti

  • Asili per cani: il nostro pet al sicuro quando siamo a lavoro

  • Alimentazione e sport, come aiutare un cane in sovrappeso

  • Gita con il gatto: come organizzarne una in sicurezza

  • Cosa portare con sé durante una gita con il pet: ecco un kit a prova di gatto

Torna su
Today è in caricamento