rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
publisher partner

Il mare tutto l’anno direttamente a tavola

In Abruzzo un ristorante a chilometro zero e sostenibile

Una finestra sul mare tutto l’anno. È ciò che desiderano molte persone, perché molto spesso il mare è uno stato mentale: basta poterlo guardare da vicino per cambiare umore. Forse un’immagine lontana dal turismo di massa, legato al ciclo dell’estate, ma il paesaggio marino continua a emanare fascino anche nelle altre stagioni, sicuramente meno affollate.

Lo sanno bene in una terra come l’Abruzzo, e in particolare a Francavilla al Mare, in provincia di Chieti. Qui, tutto l’anno, il Drago verde Sand Food, offre ai suoi clienti alta cucina di mare – in particolare abruzzese – e la possibilità di gustare l’autentica pizza napoletana, un prodotto che lievita tra le 48 e le 72 ore, altamente digeribile e cotto in forno a legna a oltre 400 gradi. 

La ricerca della qualità è un must. Se la proposta, da una parte, è legata alla tradizione marinara abruzzese, il team del Drago verde non rinuncia all’innovazione, con una grande attenzione per la materia prima e l’artigianalità.

Foto_1_ok-2

Materie prime di qualità e artigianalità

La cucina di mare, portata avanti dal giovane chef Andrea Rocco, segue la filosofia del pesce a miglio zero, pescato proprio nel mare Adriatico, grazie a un rapporto diretto coi fornitori locali, permettendo di sviluppare un menù che segue le stagioni. Il Drago verde punta molto anche sui crudi, preparati in maniera innovativa e con grande rispetto della materia prima.

La pizzeria è, invece, il regno di Gianluca Romoli, pizzaiolo di lunga esperienza, che porta il prodotto in una dimensione gourmet, utilizzando ingredienti di grande qualità, come i famosi formaggi di Gregorio Rotolo, vera e propria icona della produzione casearia abruzzese. Oppure pescando le migliori gemme dall’intero panorama gastronomico italiano, senza tralasciare i prodotti dell’Adriatico.

crudo_4-2

Il valore della sostenibilità ambientale

Quella del Drago verde è una proposta culinaria varia e mai banale, accompagnata da un’ottima carta dei vini provenienti dall’Abruzzo e dall’Italia, nonché eccellenze estere, che sin dalla sua nascita ha dato una grande importanza a territorio e sostenibilità ambientale.

Aspetto, quest’ultimo, che inizia dal design del locale, le cui grandi finestre scorrevoli permettono alla luce naturale di illuminarlo tutto l’anno. L’intera struttura è, infatti, realizzata in legno e utilizza la tecnologia X-LAM al fine di di avere il più basso impatto ambientale possibile: grazie a un impianto fotovoltaico di ultima generazione, il Drago verde può produrre da sé gran parte del fabbisogno energetico che in tempi di costi delle materie prime alle stelle ha permesso al ristorante di evitare rincari sui menù e offrire sempre la stessa qualità ai clienti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Today è in caricamento