Domenica, 28 Febbraio 2021

Gli smart products irrompono tra le quattro mura di casa e ci semplificano la vita

Domotica e intelligenza artificiale costituiranno il nuovo business per le start up del futuro

Su cosa dovrebbero investire le start up del futuro? La risposta ce la fornisce il Digital Innovation Day 2020, l’evento online focalizzato su tutte le forme di digitalizzazione e di tecnologie digitali utili per attivare la ripartenza dopo questo momento storico connotato da timori e incertezze. Ebbene, dopo un periodo in cui le nostre case sono state il primo rifugio sicuro per evitare contatti e mantenere il distanziamento sociale, sarà proprio su di esse che si dovranno concentrare le nuove imprese. Obiettivo: rendere le nostre case delle smart home sempre più user friendly, sicure, connesse, interattive e tecnologiche, così da semplificare la vita di chi le abita.

Ma parlare di casa, associandovi la parola tecnologia, porta inevitabilmente il discorso su termini quali domotica, smart products e intelligenza artificiale. E negli ultimi 10 anni il mercato sembra aver condotto la società proprio in tali direzioni, dando un’accelerata esponenziale all’evolversi della tecnologia e permettendo di sviluppare e migliorare, digitalizzandoli, prodotti di uso comune che oggi possono contare su componenti più piccole, performance più potenti e prezzi più abbordabili che in passato. Una transizione che, dalla pura meccanica ci ha condotto sulla strada dell’elettronica, da esseri analogici ci ha trasformato in creature sempre più digitalizzate e connesse a ciò che ci circonda. 

Smart products: sarà il forno stesso a dirci quando la torta è perfettamente cotta

Le start up di oggi avranno successo se comprenderanno un concetto molto semplice: non bisogna più focalizzarsi solo sullo sviluppo del prodotto, ma è necessario concentrarsi sui benefici che questo porterà a tutto l’ecosistema. Se si utilizza il digitale per connettere un’automobile, questo porterà benefici non solo al comfort e alla sicurezza di chi la guida, ma anche alla tutela di tutti coloro che si troveranno in strada con lui. Per le nostre case non sarà molto diverso: grazie ai cosiddetti smart products, oggetti di uso comune che nuove tecnologie come l’IA e la IoT, trasformano in prodotti smart, intuitivi e di più facile utilizzo, potremo interagire in modo più diretto e naturale, ad esempio, con gli elettrodomestici di casa. 

Ecco quindi che finiremo letteralmente per dialogare con la nostra casa, anche meglio di come facciamo già ora con i vari Alexa o Ok Google: la lavatrice ci suggerirà quali capi sono più adatti per un determinato lavaggio perché le chiederemo di riconoscere i simboli sulle etichette, la lavastoviglie ci aiuterà a ottimizzare lo spazio nel caricare piatti, posate e bicchieri sporchi, il forno ci avviserà in autonomia quando la nostra torta sarà arrivata al giusto grado di cottura o ci fornirà consigli e ricette su come cucinare al meglio il tacchino ripieno, il frigorifero conoscerà meglio di noi le scadenze dei prodotti al suo interno e ci informerà di questo per tempo. 

Le tecnologie di oggi, strumenti per le start up di domani

Comandi vocali sempre più naturali, imagine recognition, sensori smart, controllo da remoto, machine learning: tutte tecnologie basate sull’intelligenza artificiale che semplificheranno nel prossimo futuro le interazioni di noi utenti con l’ecosistema casa. Tutte tecnologie che cambieranno il nostro stile di vita e ci permetteranno di evolvere. Tutte tecnologie di cui già ora si occupano grandi aziende, ma anche giovani start up con le idee molto chiare su cosa ci attende nel prossimo futuro.

Gli smart product, ecco il vero futuro, avranno caratteristiche precise: innanzitutto saranno connessi (al cloud o ad altri device come smartphone e laptop con i quali potranno interagire), ma saranno anche e soprattutto in grado di imparare dalle nostre scelte precedenti e per questo consentiranno di personalizzare sempre più l’esperienza e l’interazione, così come saranno sempre più autonomi nel migliorare le proprie performance e adeguarle alle nostre esigenze specifiche.

Insomma, parliamo di tecnologia digitale di ultima generazione al servizio dell’utente, della sua sicurezza e della sua quotidianità. Parliamo di semplificare la vita del consumatore personalizzando la user experience e rendendola flessibile, adattiva e sempre più intuitiva. Parliamo del futuro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli smart products irrompono tra le quattro mura di casa e ci semplificano la vita

Today è in caricamento