rotate-mobile
Martedì, 27 Febbraio 2024
Powered By COMMED I A
Digital Transformation

Lo spreco alimentare si combatte con la tecnologia: le 10 app da avere sullo smartphone

Lo spreco alimentare è un problema sempre più urgente, ma la tecnologia ci viene in soccorso con app che permettono di recuperare il cibo

“Non riesco a sopportare quelli che non prendono seriamente il cibo”: la frase di Oscar Wilde è sempre attuale soprattutto perché ormai la lotta allo spreco alimentare ha assunto contorni non accettabili dal punto di vista sociale, economico ed etico.

Negli ultimi anni l’importanza della sostenibilità è diventata un punto fermo nei comportamenti di tutti. Nonostante questo ancora oggi ci sono enormi quantità di prodotti che non raggiungono le tavole dei consumatori perché vengono eliminati già nella filiera.

Il cambiamento climatico fa meno paura se utilizziamo l’Intelligenza Artificiale

Questo fenomeno va di pari passo con una cultura che non dà al cibo il giusto peso e rispetto, tanto che spesso gli alimenti acquistati finiscono direttamente nel cassonetto. Questi comportamenti distorti portano allo spreco di tonnellate di cibo che potrebbero sfamare oltre 200 milioni di persone.

Il mondo del digitale ha posto la sua lente di ingrandimento su progetti che portano a sensibilizzare le persone sul tema dello spreco alimentare e rendere più consapevoli i consumatori. Imparare a gestire il cibo e a dargli il giusto valore è uno degli obiettivi che si pone il mondo digital sempre più sensibile al tema attraverso la creazione di diverse app che aiutano a limitare lo spreco alimentare e a farne una risorsa.

Too Good To Go

Troppo buono per essere sprecato, questa è la traduzione letterale di “Too Good To Go”, l’app danese diffusa in Europa (in ben 15 paesi) e negli Stati Uniti. Il meccanismo è molto semplice, permette a commercianti e ai ristoratori di mettere in vendita il cibo e i prodotti che a fine giornata sono rimasti invenduti o che non possono essere conservati. Il consumatore può acquistare una Magic Box, il cui valore corrisponde a un terzo del prezzo di vendita ma non può sceglierne il contenuto. Un modo per salvare del cibo e nello stesso tempo avere l’effetto sorpresa.

Regusto

Il funzionamento è simile a quello di Too Good To Go, ma è un’app tutta italiana che consente di acquistare i piatti rimasti invenduti nei ristoranti con uno sconto che va dal 20% al 50%. Una volta che ci si è geolocalizzati si possono vedere le offerte pubblicate dai ristoranti più vicini e una volta deciso cosa acquistare, basta semplicemente pagare con carta di credito e scegliere l’orario del ritiro.

EcoFood Prime

Spesso nei supermercati o nei negozi molti prodotti rimangono invenduti perché sono prossimi alla scadenza, sono rovinati o sono in eccedenza. In questo caso entra in campo l’app EcoFood Prime che invia agli utenti che l’hanno scaricata, le offerte dei punti vendita più vicini e da acquistare a prezzi vantaggiosi. Inoltre, l’applicazione salva la scadenza dei cibi acquistati e invia delle notifiche per evitare di farli scadere. L’app ha anche un aspetto social perché con gli altri utenti è possibile condividere il frigo virtuale mettendo a disposizione dei contatti gli alimenti che si vogliono donare o utilizzare per ricette antispreco.

Last Minute sotto Casa

Come EcoFood Prime, anche Last Minute sotto Casa si rivolge sia ai commercianti che vogliono evitare di sprecare cibo che ai clienti che possono cogliere le occasioni al volo. Infatti, una volta scaricata, gli utenti riceveranno delle offerte dal punto vendita vicino casa relative a alimenti prossimi alla scadenza o in eccedenza. Quando il cliente vede un’offerta che gli interessa la può bloccare e poi recarsi in negozio per acquistarla.

UBO (Una Buona Occasione)

Una delle maggiori cause dello spreco alimentare sta nella cattiva gestione dei prodotti in casa che non vengono conservati in modo adeguato o spesso si è tentati di buttarli perché si dubita che siano ancora buoni. Con l’app UBO (Una buona occasione) i consumatori possono avere dei consigli sulla corretta conservazione di ben 500 alimenti. Anche in questo caso c’è la possibilità di abilitare dei promemoria che permettono di ricordare la scadenza dei cibi e dargli priorità.

Bring Thee Food App

Lo spreco alimentare va di pari passo con la solidarietà e questa applicazione sviluppata dai ricercatori della Fondazione Bruno Kessler di Trento in collaborazione con Fondazione Banco Alimentare recupera le eccedenze alimentari. L’app infatti, mette a disposizione delle onlus il cibo in più presente nella piccola e grande distribuzione, nelle mense e nei ristoranti per poterlo distribuire a chi ne ha bisogno. Ci si può iscrivere come potenziale donatore di alimenti o ente beneficiario.

PucciFrigo

Il frigorifero è l’elettrodomestico più importante in casa, ma spesso si fatica a gestire il suo contenuto in modo adeguato e PucciFrigo dà una mano in questo senso. Utilizzarla è semplice, si deve solo segnare al suo interno il nome del cibo e la data di scadenza per poterli monitorare in modo divertente. Infatti, gli alimenti “sorridenti” sono quelli che possono rimanere nel frigo ancora per giorni, se invece si sta avvicinando la scadenza diventano poco alla volta sempre più “tristi”.

KarmaAppUK

L’app svedese nata nel 2015 è presente in 35 città europee permette ai consumatori di farsi portare a casa i piatti avanzati dai ristoranti con uno sconto del 50% rispetto al prezzo iniziale.

MyFoody

Disponibile sia per iOS che per Android permette di trovare le offerte dei supermercati più vicini con un risparmio fino al 50%. I prodotti inseriti sono quelli prossimi alla scadenza, gli alimenti stagionali e quelli che hanno difetti di confezionamento.

Spesa in tempo

Anche in questo caso l’app va incontro ai negozianti e ai clienti perché i consumatori a fine giornata possono acquistare il cibo avanzato anche con il 90% di sconto. Attraverso delle apposite notifiche si ricevono le offerte direttamente sullo smartphone dei punti vendita vicini per poi procedere con l’acquisto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Today è in caricamento