rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Powered By COMMED I A
Digital Transformation

Divario digitale in Italia: cos’è e come si può superare

Il digital divide è un problema ancora troppo presente in Italia che può essere superato con strategie ben precise

Quando vogliamo orientarci in una città che non conosciamo, avere informazioni su un determinato argomento oppure ascoltare la musica del nostro artista preferito, la prima cosa che facciamo è collegarci ad internet e in pochi secondi abbiamo tutto quello che stavamo cercando, davanti ai nostri occhi.

Un gesto che per la maggior parte di noi è diventato quasi automatico tanto da essere entrato anche nell’ambito lavorativo e dello studio, per alcuni rappresenta un mondo del tutto sconosciuto. Infatti, uno dei fenomeni più diffusi è il digital divide, una lacuna che in Italia non è stata ancora colmata.

Cos’è il divario digitale

Il concetto di digital divide è ormai diffuso non solo in Italia, ma a livello globale e riguarda essenzialmente l’impossibilità del singolo o delle aziende di usufruire di internet o delle nuove tecnologie.

Questo gap ha due livelli di sviluppo:

  • I livello: si ha quando la connessione internet è totalmente assente
  • II livello: c’è l’accesso a internet, ma non si hanno le competenze per sfruttarlo al meglio

In entrambi i casi, chi non può usufruire della rete internet si trova in una situazione di svantaggio che ha ripercussioni sia a livello economico che sociale.

Transizione digitale: come cavalcare al meglio l’onda del web marketing 

Questo fa sì che ci siano delle categorie impossibilitate ad usufruire del web e quindi tendenzialmente escluse da alcuni aspetti della società. Tra i digital divide più diffusi se ne possono citare cinque:

  • Generazionale: riguarda gli anziani perché la maggior parte di loro ha un analfabetismo informatico, che consiste nell’incapacità di utilizzare computer o device
  • Culturale: coinvolge soprattutto gli immigrati che a causa di un gap linguistico e culturale non riescono ad usufruirne in pieno
  • Accessibile: si riferisce soprattutto a chi soffre di disabilità, ai detenuti o a chi ha un livello di istruzione più basso
  • Genere: donne che non hanno un lavoro
  • Geografico: la rete internet è sviluppata in modo diverso in base alle regioni

Il digital divide in Italia

La diffusione di internet negli ultimi anni ha subito una notevole accelerata, ma non è riuscita a coinvolgere tutto lo stivale. Infatti secondo il Quarto Rapporto Auditel-Censis del novembre 2021 ci sono ancora milioni di italiani che non usufruiscono del digitale.

Questo vuol dire che a causa della mancanza di una connessione alla rete, di competenze e tecnologie adeguate, quasi una famiglia su dieci non ha internet in casa. Inoltre un nucleo familiare su tre si collega solo con lo smartphone, un dispositivo potente, ma non in grado di rispondere alle esigenze lavorative e didattiche emerse in particolare negli ultimi anni a causa della pandemia.

Come nel resto del mondo, anche in Italia la tendenza vede tra le categorie svantaggiate gli anziani, le persone con un livello di istruzione basso, ma anche chi ha difficoltà economiche e non può permettersi di acquistare i dispositivi tecnologici.

Come superare il digital divide

Il divario digitale esiste nel nostro paese ed è un problema che può avere a lungo andare ripercussioni a livello socio-economico. Nonostante sia presente, è possibile superarlo e colmarlo rendendo internet accessibile a tutti e avvicinando le categorie che attualmente non lo usano a entrare a far parte di questo mondo.

La digital inclusion è in grado di superare e annullare la digital divide solo se si compiono dei passi ben precisi in questa direzione. Tra le azioni principali ci sono:

  • Rendere internet veloce e accessibile a tutti
  • Creare un servizio internet con prezzi accessibili
  • Educare le persone non ancora pratiche all’uso della rete e di altri dispositivi tecnologici
  • Supporti tecnici di qualità
  • Creare strutture digitali semplici che permettono agli utenti di navigare in autonomia

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Today è in caricamento