rotate-mobile
Mercoledì, 12 Giugno 2024
Powered By COMMED I A
Digital Transformation

Dai giocattoli ai prodotti eco-solidali: ecco quali sono gli acquisti natalizi online degli italiani

Tra grandi classici del Natale e nuovi trend di consumo, ecco cosa sta succedendo in Italia, dove il mercato degli acquisti online oggi ammonta a 48,1 miliardi di euro

Natale in arrivo e il mondo digitale è, come sempre in questo periodo, in fibrillazione. Gli e-commerce si preparano all’assalto finale dei consumatori per gli acquisti dell’ultim’ora, a dimostrazione che il boom registrato nei due anni di pandemia, lascia ancora margine di crescita. 

A primeggiare anche quest’anno nelle scelte dei consumatori saranno, come prevedibile, i giocattoli. Il Natale è prima di tutto una festa per bambini e, se un tempo ci si ammassava in toys store vari ed eventuali per soddisfarne le pretese “da letterina”, oggi, i vari Babbo Natale si sono evoluti. 

State certi, infatti, che, piuttosto che vivere l’incubo delle resse natalizie, quest’anno gli adulti non si faranno certo pregare per fare il loro shopping natalizio su internet.

Shopping online che vede, ormai già da parecchi anni, l’apertura delle danze natalizie anticipata nella magica settimana del Black Friday, a fine novembre. Solitamente in questo attesissimo prequel del Natale ci si scatena con una grande abbuffata dei big products per eccellenza: tecnologia, elettronica e informatica. 

Acquistarli con buon anticipo e nasconderli agli occhi dei fortunati destinatari significa risparmiare qualcosina in vista del Natale, quando la corsa all’ultimo pezzo sullo scaffale si fa più agguerrita e i prezzi tendono a crescere.

I nuovi trend di consumo tra sostenibilità ambientale e integrazione culturale

Ma se giochi e tecnologia sono i grandi classici del Natale, quest’anno saranno anche i nuovi trend a dettare legge negli acquisti: basti pensare che il tema caldo della sostenibilità ambientale sta cambiando letteralmente le abitudini di molti consumatori. 

Allo stesso modo, anche la possibilità di accorciare le distanze con il mondo intero permette di scovare online prodotti esotici e da noi introvabili, che diventano regali perfetti per amici e parenti. 

Trend, questi, che gli e-commerce sono perfettamente in grado di sostenere, ponendosi di fatto come ponti tra le culture o, specializzandosi all’occorrenza in prodotti plastic free, eco-solidali o fatti con materiali riciclati e riciclabili.

I numeri parlano chiaro: l’e-commerce continua a crescere

Insomma, il comparto delle vendite online ha tutte le carte in regola per continuare la sua marcia trionfale puntando su vecchie e nuove tendenze, anche se quest’anno ha, in realtà, registrato un ritmo di crescita più moderato (+8%) rispetto al 2021 (+18% sul 2020). Un dato che però non preoccupa gli operatori, dato che il mercato che smuove, oggi, il mondo degli acquisti online si aggira intorno ai 48,1 miliardi di euro (+20% rispetto al 2021), dei quali 33,2 miliardi di euro riguardano gli e-commerce di prodotto, mentre gli acquisti online di servizi toccano un +59%, raggiungendo i 14,9 miliardi di euro.

Una cifra, quest’ultima, che vede protagonista incontrastato, soprattutto in Italia, il settore del turismo e dei trasporti, che si dimostra il comparto più maturo in ambito e-commerce nel nostro Paese.

Numeri che, in ogni caso, confermano il ruolo trainante svolto dal settore digitale per l’economia globale, non solo durante l’emergenza pandemica, quando tutti si rivolgevano, volenti o nolenti alla tecnologia, ma, in parte, anche ora che, come si suol dire, il peggio è passato. 

Il ruolo del comparto, infatti, è oggi in parte ridimensionato dalle tensioni socio-politiche internazionali, che condizionano il potere d’acquisto e i conseguenti consumi. Ma nonostante la situazione globale, il mondo degli acquisti online dimostra di tenere botta, continuando comunque, come visto, a registrare una crescita, adattandosi rapidamente al mondo che cambia e dimostrando la sua grande flessibilità.

Appello alle aziende italiane: è il momento di aprire un e-commerce

Un flessibilità che devono ancora imparare a sfruttare appieno le piccole e medie imprese italiane, alle quali l’e-commerce permette, di fatto, di ampliare potenzialmente il proprio bacino di clientela e di espandere il proprio raggio d’azione a livello nazionale e internazionale.

Oggi, dopo i due anni di “digitalizzazione forzata” causa pandemia, le imprese nostrane, inizialmente diffidenti verso questo mondo, sono mature non solo per approcciare nuove modalità di vendita, ma anche per fare propri i linguaggi e gli strumenti di web marketing più evoluti. 

Un passo nel Metaverso: la comunicazione aziendale come non si era mai vista

L’e-commerce diventa, quindi, lo strumento di profilazione e comunicazione per eccellenza in ambito retail, perché è in grado non solo di fornire tutte le informazioni di prodotto o servizio utili per il cliente, ma anche e soprattutto di rafforzare il rapporto stesso tra cliente e venditore.
.
Oltretutto, è decisamente questo il momento ideale per sviluppare il proprio e-commerce, per tre motivi: 

    • Perché oggi la sicurezza online è in grado di tutelare con efficacia gli interessi sia dei consumatori che dei venditori. 
      
    • Perché anche i sistemi di pagamento sono diventati sempre più affidabili. 
      
    • Perché lo stile di vita attuale e la supremazia dei grandi colossi del delivery come Amazon e E-Bay, tanto per citarne due tra i più conosciuti, portano continuamente il consumatore a preferire modalità di acquisto a distanza, utilizzando i propri device fissi o mobili, piuttosto che recarsi fisicamente nei negozi.

COMMED I A: una web agency a supporto delle aziende

La domanda che si pongono molte aziende italiane che desiderano aprire la propria vetrina virtuale, allora, è la seguente: “da dove comincio?” 

Un buon primo passo è quello di rivolgersi a professionisti del digitale. 

COMMED I A è una web agency con una lunga esperienza nella realizzazione di siti e-commerce e, lavorando a stretto contatto con le aziende, le supporta nello sviluppo di una strategia di comunicazione omnicanale che sia di supporto all’e-commerce e quindi alle vendite.

I due binari, quello della comunicazione e dello shop online, infatti, devono necessariamente andare di pari passo per il raggiungimento dei due obiettivi finali: ottenere contatti e vendere.

Per questo, al team di sviluppo di COMMED I A, si affianca quello di esperti di web marketing, in grado di curare il lancio di campagne di comunicazione ad hoc che sostengano la visita al negozio virtuale.

Insomma, quale momento migliore del periodo natalizio per iniziare a ingranare sul web e dare vita al proprio shop online? Gli esperti di COMMED I A sono a disposizione per trovare le migliori strategie digitali per rendere visibile il vostro business online.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Today è in caricamento