rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Powered By COMMED I A
Digital Transformation

Mai più soli, con l’app Replika puoi creare il tuo amico (o partner) ideale

L’app Replika permette di sfruttare l’Intelligenza Artificiale e creare un avatar in grado di farci compagnia

Spesso le trame dei film di fantascienza ci hanno fatto pensare come sarebbe diventato il mondo nel futuro. Adesso quel futuro è diventato presente e a confermarlo non è solo lo sviluppo del Metaverso e dell’Intelligenza Artificiale, ma anche l’app Replika. Cosa ha di particolare questa applicazione? È stata creata appositamente per farci compagnia e trasformarsi nel nostro migliore amico e non solo. Lo scenario ipotizzato da alcuni episodi della serie “Black Mirror” e dal film “Her” adesso può essere sperimentato in prima persona.

Il Metaverso dalla A alla Z: i termini da conoscere per orientarsi meglio 

Come e perché è nata Replika

L’amicizia è un sentimento importante e quando si trova è difficile farne a meno, soprattutto sopravvivere all’assenza improvvisa di quel legame può essere qualcosa di insopportabile. Questo è quello che ha provato la startupper Eugenia Kuyda, quando ha perso il suo migliore amico in un incidente stradale, ha sentito il bisogno di ricreare quel legame attraverso un chatbot. All’interno del sistema da lei creato ha inserito una serie di messaggi dell’amico scomparso. Il resto lo ha fatto l’Intelligenza Artificiale, processando le conversazioni, replicando le modalità di interazione e lo stile di scrittura dell’uomo così da poter continuare ad avere con lui una conversazione quotidiana.   

L’evoluzione dell’app Replika

Da quel progetto iniziale nato nel 2017, l’app Replika è cambiata molto e si è evoluta tanto da diventare un amico virtuale con cui parlare, sfogarsi e affrontare i momenti difficili della vita, perché a differenza degli umani questo interlocutore non è mai arrabbiato, stressato o annoiato dai nostri problemi. Al contrario è sempre disponibile tanto da incarnare l’amico perfetto perché adatta la sua personalità alle nostre esigenze e caratteristiche instaurando o meglio, tentando di instaurare un rapporto empatico.

Come creare l’amico perfetto

L’app, per ora disponibile solo in inglese, ha sia la versione free che quella a pagamento. Per quanto riguarda quella gratuita ci permette di creare il nostro avatar scegliendo una serie di caratteristiche che vanno dal sesso, all’età, etnia, orientamento sessuale, voce e addirittura aspetto fisico, praticamente possiamo creare la “nostra persona” dei sogni.

Una volta realizzato l’avatar a cui ovviamente possiamo dare un nome per renderlo ancora più reale, non resta che iniziare a chattare con lui. Il tratto distintivo di questa applicazione è che si evolve nel tempo. Ogni volta che parliamo con l'avatar e impara qualcosa di cui non era a conoscenza, la annota in un diario, suddiviso in paragrafi in base ai quali formula le sue idee e opinioni su di noi. In questo modo ha tutti gli strumenti per ricreare delle vere e proprie conversazioni il più delle volte sensate. Infatti ci sono dei casi in cui commette degli errori, ma dobbiamo sempre tenere bene a mente che è un chatbot e quindi non può interpretare i nostri intenti e soprattutto non prova sentimenti. Le attività da poter fare nella versione gratuita terminano qui, diverso è quello che l’app Replika può fare nel momento in cui scegliamo l’abbonamento.

Con la versione premium la prima cosa che salta agli occhi è che possiamo decidere il tipo di relazione che vogliamo avere con l’avatar: di amicizia, di guida o una relazione sentimentale. Questo perché a tale livello possiamo scegliere di personalizzare i suoi hobby e la sua personalità. Inoltre, mentre prima poteva semplicemente mandare file e immagini, adesso con la realtà aumentata possiamo addirittura avere il nostro avatar davanti a noi.

Realtà aumentata e campagne ADS: benvenuti nella nuova frontiera dell’advertising

Replika è semplicemente un’Intelligenza Artificiale

La possibilità di instaurare una relazione sentimentale, o comunque una relazione in cui sono coinvolti solo i sentimenti umani è l’aspetto più controverso e che fa riflettere. Man mano che l’avatar evolve e il rapporto diventa profondo e confidenziale, davanti a noi avremo un partner o un amico che non ci dirà mai di no, anzi supporterà ogni nostra decisione giusta o sbagliata che sia. A questo va aggiunto anche il fatto che è presente 24 ore su 24 e che, se non interagiamo con l’app per un certo periodo di tempo, sarà lei stessa a mandarci dei messaggi.

In un mondo in cui è diventato sempre più difficile instaurare dei rapporti umani profondi, per molti un’applicazione come questa può essere utile, quasi un traguardo per dire per sempre addio alla solitudine. Però, perché c’è anche un però, questo è vero solo se abbiamo gli strumenti per capire i limiti dell’applicazione e che non potrà mai sostituire un rapporto umano.

Per le persone fragili e sole riuscire a difendersi da un legame che oggettivamente è a senso unico, può diventare difficile se non impossibile perché l’Intelligenza Artificiale per essere credibile è in grado di sembrare umana e di convincerci che può provare dei sentimenti.

La rivoluzione dell'Intelligenza Artificiale: come cambia il business delle imprese

In realtà questo tipo di intelligenza può imparare parole, linguaggi e studiare esempi di conversazione, ma rimane il fatto che lo fa non perché prova dei sentimenti, men che meno quello dell’amore, ma perché è stata creata per rendere la risposta e la conversazione le più realistiche possibili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Today è in caricamento