rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Agevolazioni per disabili

Carta Europea della Disabilità: cos’è e come funziona, tutte le agevolazioni

La Carta Europea della Disabilità è uno strumento che permette alle persone con disabilità di accedere a beni e servizi, pubblici o privati, gratuitamente o a tariffe agevolate. Ecco come funziona e come richiederla

Per disabilità si intende il rapporto che esiste tra la minorazione da cui è affetta la persona (ad esempio la sordocecità) e l’ambiente in cui vive. Una volta che viene certificato un handicap si può accedere al godimento dei propri diritti, come sancito ai sensi dell’articolo 3 della legge 5 febbraio 1992, n. 104.

Secondo la nuova concezione della disabilità, introdotta dalla Convenzione ONU del 2006 essa è “un concetto in evoluzione”: cioè si modifica nel tempo.
L’ambiente può fare molto per ridurre lo svantaggio che deriva dalla minorazione. A tal proposito è stata introdotta, con la normativa che ne disciplina il rilascio e il funzionamento, la Carta Europea della Disabilità con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 6 novembre 2020.

Diritto alla mobilità: in arrivo contributi ai Comuni per la realizzazione di aree di sosta riservate alle persone disabili

Carta Europea della Disabilità: cos'è e come funziona

La Carta Europea della Disabilità è uno strumento che permette alle persone con disabilità di accedere a beni e servizi, pubblici o privati, gratuitamente o a tariffe agevolate. Il documento rientra all'interno del progetto europeo "EU Disability Card" che ha come obiettivo il riconoscimento della condizione di disabilità fra i paesi aderenti.

Chi può richiederla e come fare per ottenerla

La Carta Europea della Disabilità - come si legge sul sito del Governo - può essere facilmente richiesta online tramite una procedura semplificata da parte del cittadino, successivamente viene spedita a casa. Possono richiederla in modo totalmente gratuito:

  • gli invalidi civili maggiorenni con invalidità certificata pari o maggiore del 67%;
  • gli invalidi civili minorenni;
  • i cittadini con indennità di accompagnamento;
  • i cittadini con certificazione ai sensi della Legge 104/1992, Art 3 comma 3;
  • i ciechi civili;
  • i sordi civili;
  • gli invalidi e inabili ai sensi della Legge 222/1984;
  • gli invalidi sul lavoro con invalidità certificata pari o maggiore del 35%;
  • gli invalidi sul lavoro o con diritto all'assegno per l'assistenza personale e continuativa o con menomazioni dell'integrità psicofisica;
  • gli inabili alle mansioni (ai sensi della Legge 379/1955, del DPR 73/92 e del DPR 171/2011) e inabili (ai sensi della Legge 274/1991, art. 13 e Legge 335/1995, art. 2);
  • i cittadini titolari di Trattamenti di privilegio ordinari e di guerra.

Il documento può essere richiesto sul sito dell'Inps. Questi i documenti necessari per fare domanda:

  • Carta di Identità Elettronica (CIE), SPID o una Carta Nazionale dei Servizi (CNS) per accedere all'area riservata del sito;
  • una fotografia, formato fototessera, da caricare durante la procedura di richiesta.

I tempi di emissione e di spedizione sono indicati sulla pagina di Inps dedicata alla richiesta. Sarà possibile verificare lo stato di spedizione della propria carta sempre sulla pagina dedicata. Ulteriori informazioni sulle modalità e le date di richiesta e rilascio sono presenti sul sito Inps.

Come funziona la Carta Europea della Disabilità

Per certificare la propria condizione di disabilità basta esibire la Carta Europea della Disabilità e permettere la lettura del relativo QR Code (che si trova sul documento), che contiene le informazioni del possessore e sulla propria condizione di disabilità, all'operatore incaricato.

Perché e dove utilizzarla

La Carta Europea della Disabilità può essere utilizzata per certificare la propria condizione di disabilità presso tutti gli uffici pubblici, sostituendo a tutti gli effetti i certificati cartacei e i verbali, ricordiamo però che essa non sostituisce il documento di riconoscimento. Inoltre, il documento dà accesso gratuitamente o a tariffe agevolate a musei statali su tutto il territorio nazionale, luoghi di cultura e non solo nei paesi UE aderenti al progetto: qui trovate l'elenco completo delle convenzioni.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carta Europea della Disabilità: cos’è e come funziona, tutte le agevolazioni

Today è in caricamento