rotate-mobile
Powered by Lega del filo doro
Disabilità
Vacanze accessibili e inclusive

Disabilità: molte realtà locali rispondono positivamente al bando sul turismo accessibile in vista della bella stagione

Lo scopo è quello di promuovere lo sviluppo del turismo accessibile e inclusivo volto a favorire la presenza di turisti con disabilità e dei loro familiari, ma anche la realizzazione di infrastrutture, l’organizzazione di servizi accessibili e l'ampliamento dell’offerta turistica

La bella stagione si avvicina e molte realtà locali vogliono farsi trovare pronte per rendere il turismo del Bel Paese sempre più accessibile e inclusivo: una missione che diventa realtà grazie ad un decreto del Ministro per le disabilità, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, del lavoro e delle politiche sociali e del turismo e l’Ufficio per le politiche in favore delle persone con disabilità della Presidenza del Consiglio dei ministri, con il quale si intende promuovere attraverso dei finanziamenti stanziati per l'occasione dei progetti per il turismo accessibile per le persone con disabilità a cui sono seguite molte risposte positive.

Lo scopo - leggiamo sul sito del Governo - è quello di promuovere lo sviluppo del turismo accessibile e inclusivo volto a favorire la presenza di turisti con disabilità e dei loro familiari, ma anche la realizzazione di infrastrutture, l’organizzazione di servizi accessibili e l'ampliamento dell’offerta turistica accessibile ed inclusiva, anche attraverso tirocini lavorativi per persone con disabilità. 

Il caregiver familiare e gli assegni di cura: come funziona e tutte le agevolazioni

Le realtà locali hanno accolto la sfida del turismo accessibile. Regioni e Province autonome hanno risposto all’Avviso pubblico per il turismo accessibile e inclusivo per le persone con disabilità, promosso dall’Ufficio per le politiche in favore delle persone con disabilità della Presidenza del Consiglio dei ministri, inviando le loro proposte. - queste le parole annunciate con una nota dal Ministro per le Disabilità, Erika Stefani -. Si assegneranno così 30 milioni di euro del Fondo per progetti di inclusione, che è stato istituito su nostra proposta l’anno scorso. Si tratta di progettualità diverse, che includono idee per il turismo balneare, montano, progetti culturali e artistici, che una Commissione interna, in cui ci sarà un rappresentante del Ministero del Turismo, avrà il ruolo di valutare per procedere al finanziamento".

Accessibilità: perché è un tema fondamentale

L'accessibilità è un tema fondamentale, ancor più per una persona con disabilità. Le realtà su cui intervenire sono tante, accesso garantito all’ambiente fisico, ai trasporti, all’informazione e alla comunicazione per tutte le persone con disabilità: è questo quanto chiede la Convenzione Onu sui Diritti agli Stati Parti, con l’esortazione a realizzare gli standard minimi di accessibilità attraverso segnaletica braille o in altro formato accessibile, l’assistenza con persone qualificate e l’uso di cani-guida, l’accesso alle nuove tecnologie assistive e così via, per fare qualche esempio.

Carta Europea della Disabilità: cos’è e come funziona, tutte le agevolazioni

La legge più importante, in tema di superamento delle barriere architettoniche nel nostro ordinamento, è quella del 9 gennaio 1989, N. 13, che dal 1996 è valida anche per gli edifici pubblici. Viene stabilito l’obbligo, nel redigere progetti di costruzione di nuovi edifici o di ristrutturazione di quelli già esistenti, compresi gli edifici di edilizia residenziale pubblica, sovvenzionata ed agevolata, di conformarsi alle prescrizioni tecniche necessarie per garantirne l'accessibilità, l'adattabilità e la visitabilità. Ed ecco che anche nel settore turistico questo è un tema fondamentale, perché chiunque ha diritto di vivere la propria vita senza privazioni.

Il turismo accessibile

"Siamo soddisfatti che le realtà locali abbiano colto questa occasione e partecipato con tante proposte differenti. Il turismo accessibile non è soltanto uno strumento di inclusione per le persone con disabilità ma anche un modo per valorizzare le Amministrazioni stesse, perché investire in idee di questo tipo crea un effetto moltiplicatore, innanzitutto perché le Regioni cofinanziano i progetti e poi perché da un progetto ne può nascere un altro, ne consegue un arricchimento in termini di offerta e dunque un notevole incremento dei flussi turistici" conclude il Ministro per le Disabilità, Erika Stefani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disabilità: molte realtà locali rispondono positivamente al bando sul turismo accessibile in vista della bella stagione

Today è in caricamento