rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Earth Day Italia

Infrastrutture verdi e il capitale naturale, il rilancio dell'economia passa da qui

Ci si prepara alla conferenza nazionale sulla biodiversità, improrogabile in Italia un'attivazione importante verso la green-economy.

L'aumento delle temperatura climatiche non può più essere attribuito a fattori casuali, come molti ancora tentano di affermare, e anche nel 2012 si sono registrate temperature superiori a quelle della media un pò in tutto il mondo, Italia compresa. Il V Rapporto dell IPCC da un quadro molto critico del momento attuale. Clima che nel nostro Paese si ripercuote in maniera importante sul fattore economico anzionale,  arrivando a incidere addirittura sullo o,16% di PIL annuo, al quale si aggiungono i danni che si riscontrano nella perdita di biodiversità ,a quelli sul patrimonio storico e architettonico.

Uno scenario per il quale l'Unione Europea ha definito una strategia di adattamento attraverso una serie di azioni nelle quali si inserisce la promozione delle cosiddette "Infrastrutture Verdi". 

Il tema su queste strutture è stato sviluppato, grazie a importanti figure di spicco del mondo accademico e della ricerca, con la partecipazione del Ministero dell'Ambiente, della Commissione Europea e della Fondazione per lo Sviluppo Sosteniblie, in occasione del convegno sulle "infrastrutture verdi e capitale naturale", passaggio di preparazione della "Conferenza Nazionale sulla biodiversità", organizzata sempre dal Ministero dell'Ambiente, e che si svolgerà a dicembre, per la cui preparazione è stato siglato un protocollo d'intesa tra Federparchi, Unioncamere e la Fondazione per lo sviluppo sostenibile.

Quando si parla di "Infrastrutture verdi", si intende "altro modo" di pensare e realizzare infrastrutture sul territorio, valorizzando le forze biologiche, vale a dire quei modelli ecosistemici che assicurano il mantenimento e lo sviluppo del sistema naturale dei territori stesso, tutelando la biodiversità e il nostro benessere, sotto forma di stabilità, fertilità e produttività dei suoli, mantenimento delle falde idriche, assorbimento del carbonio, reattività agli effetti degli incendi e protezione della salute. In concreto, le "Infrastrutture verdi" realizzano reti interconnesse di spazi verdi di cui esistono ormai numerosi ed interessanti esempi in Europa e nel mondo. L'Unione Europea nella recente Strategia di adattamento ai cambiamenti climatici ha riconosciuto l'importanza delle infrastrutture verdi per la mitigazione degli effetti derivanti dal cambiamento del clima. L'Italia non si è ancora dotata della propria stategia, ma dovrà necessariamente considerare il ruolo delle infrastrutture verdi, che costituirà anche un volano per la "Green Economy", elemento strategico per il superamento della crisi economica e prospettiva di sviluppo sostenibile del Paese.

Progettare e realizzare “Infrastrutture verdi” costituisce quindi un nuovo modello di sviluppo, che valorizzerà oltre gli aspetti economici anche quelli ambientali e sociali, nell’Europa a 27 si stima che arrivino a generare addirittura 314 miliardi di Euro all’anno. In Italia le infrastrutture verdi potrebbero riguardare circa il 50% del territorio nazionale, con piani e programmi cruciali per il rilancio dell’economia per contrastare i cambiamenti climatici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Infrastrutture verdi e il capitale naturale, il rilancio dell'economia passa da qui

Today è in caricamento