rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Earth Day Italia

L’intervista della settimana: Giovanna Melandri

Le istituzioni soprattutto hanno il dovere di incamminarsi verso la sostenibilità: ecco i passi del MAXXI

Che segnali di attenzione all’ambiente vengano dal mondo della cultura è fondamentale. Per questo è di importanza simbolica (ma non solo) che una realtà come quella del MAXXI di Roma, la prima istituzione nazionale dedicata alla creatività contemporanea, compia azioni concrete in quella direzione. Per esempio, è un piccolo accorgimento che può però fare la differenza, se sistematicamente messo in atto da tutte le strutture pubbliche, quello che ci racconta Giovanna Melandri. Il Museo nazionale delle arti del XXI secolo ha adottato i led per l’illuminazione dell’edificio e sono state messe in pratica misure di risparmio energetico interno a 360 gradi.

In particolare per il giorno della Terra la presidente della Fondazione MAXXI, che abbiamo intervistato qualche giorno prima del 22 aprile dell’anno scorso, ha pensato anche a un piccolo omaggio per i visitatori più green: uno sconto sul prezzo del biglietto per chi fosse arrivato in bici.

Per accogliere meglio i ciclisti, poi, dall’anno scorso ha predisposto anche delle rastrelliere nella piazza del museo, un piccolo contributo a una mobilità sostenibile in città. Spesso e volentieri inoltre la struttura ospita mostre come RE-CYCLE o “ENERGY. Architettura e reti del petrolio e del post petrolio”, un’esposizione tutta dedicata al rapporto tra energia, architettura e paesaggio.

GUARDA IL VIDEO

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’intervista della settimana: Giovanna Melandri

Today è in caricamento