rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Earth Day Italia

Sardegna, un milione di alberi per la “Grande Sfida”

Alberi contro le alluvioni e il dissesto idrogeologico: è questa l’idea dell’associazione nazionale l’”Uomo che pianta gli alberi”

Il prossimo dodici gennaio la località di Pistis sarà il simbolo della rinascita della Sardegna: un milione di alberi, infatti, saranno piantati a Pistis, sulla costa di Arbus, per rinnovare il verde delle terre devastate dall’alluvione che lo scorso 20 novembre ha devastato questo territorio. 18 i morti (tra cui quattro bambini), 2737 gli evacuati, più innumerevoli danni a cose ed animali, è il triste bilancio di questa tragedia che ha colpito molte aree della Regione.

Si tratta sempre del dissesto idrogeologico, un problema che come un spada di Damocle è sempre li, pronto a colpire le nostre splendide terre appena il mal tempo imperversa sulla Penisola. E a tramutarsi quasi sempre in tragedia. Il rischio idrogeologico è fortemente condizionato dall’azione dell’uomo. La densità della popolazione, la progressiva urbanizzazione, l’abbandono dei terreni montani, l’abusivismo edilizio, il continuo disboscamento, l’uso di tecniche agricole poco rispettose dell’ambiente e la mancata manutenzione dei versanti e dei corsi d’acqua hanno sicuramente aggravato il dissesto e messo ulteriormente in evidenza la fragilità del territorio italiano, aumentando l’esposizione ai fenomeni e quindi il rischio stesso.

Non sono bastati l’alluvione di Genova né quello della Maremma o i tanti, più o meno pericolosi, episodi di calamità legate al meteo e al territorio. Sembra proprio che non riusciamo a imparare dagli episodi del passato. Eppure come spiega l’Anbi, l’Associazione nazionale bonifiche e irrigazioni, ci sono ben 6.633 (oltre l’80 per cento) comuni a elevato rischio idrogeologico nella nostra Italia, 6 milioni di persone che abitano in un territorio ad alto rischio e 22 milioni in uno a rischio medio; 1.260.000 (dei quali 6.251 scuole e 531 ospedali) edifici esposti a frane e alluvioni. È tempo di porre immediatamente rimedio a questa situazione, senza più aspettare che un’altra tragedia ci risvegli da questo torpore.

Ed è proprio questo il messaggio di questa piantumazione: Il progetto si chiama “la Grande Sfida” ed è stato ideato dai responsabili per la Sardegna dell’associazione nazionale l’”Uomo che pianta gli alberi”.

Ginepri, lecci, elicriso e altre specie tipiche del territorio verranno messe a dimora e inoltre migliaia di palline di argilla piene di semi saranno interrate nelle campagne fronte mare. Il progetto proseguirà fino alla prossima primavera e si sposterà in altre zone dell’isola e anche in altre regioni d’Italia. Affinché non si smetta mai di parlare di questo problema.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sardegna, un milione di alberi per la “Grande Sfida”

Today è in caricamento