rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Earth Day Italia

Città inquinate, in Asia le più irrespirabili bene Italia e Nord America

L’OMS ha stilato una mappa globale di 1100 città, 30 italiane. Il continente asiatico ottiene la maggior parte di bandiere nere con città che superano 3 volte il limite massimo di sopportabilità. Da noi le cose non vanno male.

L’inquinamento mondiale resta uno delle principali cause di problemi di salute. L’Organizzazione Mondiale della Sanità in questi giorni ha pubblicato una mappa mondiale sulla quale riporta  le città più inquinate della Terra. Sulle 1100 città analizzate  molte sono risultate fortemente inquinate spesso presenti sulle stesse aree.  La mappa segnala le emissioni di particolato, focalizzandosi su PM10 e il PM2,5, dove i numeri  identificano la grandezza in micron delle polveri sottili.

Delle 1100 città di 91 Paesi, 30  sono italiane oltre  Roma e Milano, ci sono anche città di piccole dimensioni come Novara e Cremona.  Focalizzandosi sugli anni che vanno dal 2003 al 2010, si sono presi i dati emersi dai rilievi effettuati nelle rispettive città da organi ufficiali, queli le stazioni di monitoraggio che nelle città selezionate sono sparse in zone diverse dei singoli territori cittadini, da quelle residenziali alle agricole e le industriali.

Il primo risultato che emerge  è il livello medio di PM10  che varia tra i 21 microgrammi per metro cubo e i 142, dove la soglia dei 71 microgrammi è quella che segna il livello di inquinamento preoccupante. La mappa stilata è abbastanza netta anche a livello visivo di come ci siano delle zone particolarmente negative.  Medio Oriente e Asia centrale e meridionale fanno segnare quasi tutte situazioni critiche. Tra le cause che portano un inquinamento su livelli così alti senza dubbio molto lo si deve all’utilizzo del carbone come fossile principale per  la produzione energetica. Asiatiche sono le città risultate più inquinate in assoluto ovvero  Kermanshah in Iran e Ulaanbaatar in Mongolia, in quest’ultima il livello di PM è stato di 279 microgrammi per metro cubo.

In  Europa  e Nord America, tranne qualche caso minoritario, si trovano situazioni molto buone e non particolarmente preoccupanti. Per quanto riguarda la nostra nazione, il livello d’allerta non è mai stato superato. Tra le 30 città in mappa la più inquinata è risultata essere Torino in cui il livello di PM in atmosfera raggiunge i 47 microgrammi  per metro cubo, seguita da Milano e Napoli con 44 microgrammi, mentre quelle dove si respira meglio sono Genova, Cagliari e Livorno.

Il problema di inquinamento specialmente nei paesi asiatici, i più popolati della Terra, non può essere lasciato a se stesso ma si dovrà intervenire in maniera forte e incisiva affinché queste città in cui spesso non si vede neanche la luce del sole possano tornare perlomeno a respirare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città inquinate, in Asia le più irrespirabili bene Italia e Nord America

Today è in caricamento