rotate-mobile
Lunedì, 26 Febbraio 2024
EARTH DAY

Agenda Onu 2030: cos’è e quali sono gli obiettivi

17 obiettivi per lo sviluppo sostenibile, dall'ambiente alla giustizia sociale. Con scadenza un anno cruciale: il 2030

Il 25 settembre 2015, 193 Paesi membri delle Nazioni Unite hanno sottoscritto l’ormai fondamentale Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile. Un vero e proprio programma d’azione per le persone, il pianeta e la prosperità, che si sviluppa in ben 17 obiettivi.

Quando si parla di sostenibilità, in casi come questi, non si fa riferimento esclusivamente alla questione ambientale. È sempre più evidente che, nella società civile, nel mondo delle imprese, nel Governo nazionale, nelle Amministrazioni e nell’opinione pubblica, l’ambiente vada di pari passo con numerose altre sfide istituzionali, quali: la dignità del lavoro, la crescita economica e la parità di genere.

Chi sono i ragazzi del Fridays for Future

I 17 obiettivi mirano a un insieme di questioni importanti per lo sviluppo, volti a prendere in considerazione le tre dimensioni dello sviluppo sostenibile – economica, sociale ed ecologica – e porre fine alla povertà e all‘ineguaglianza.

Gli obiettivi dell’Agenda Onu 2030

Ecco di seguito i 17 obiettivi dell’Agenda Onu 2030:

  1. Sconfiggere la povertà: entro il 2030, eliminare la povertà estrema per tutte le persone in tutto il mondo, attualmente misurata come persone che vivono con meno di 1,25 dollari al giorno
  2. Sconfiggere la fame: entro il 2030, eliminare la fame e assicurare a tutte le persone, in particolare ipoveri e le persone in situazioni vulnerabili, tra cui i bambini, l'accesso a un’alimentazione sicura, nutriente e sufficiente per tutto l'anno
  3. Salute e benessere: applicare a livello nazionale sistemi adeguati e misure di protezione sociale per tutti, includendo i livelli minimi, ed entro il 2030 raggiungere sostanziale copertura dei poveri e dei vulnerabili
  4. Istruzione di qualità: entro il 2030, assicurare che tutti gli uomini e le donne, in particolare i poveri e i vulnerabili, abbiano uguali diritti riguardo alle risorse economiche, così come l'accesso ai servizi di base, la proprietà e il controllo sulla terra e altre forme di proprietà, eredità, risorse naturali, adeguate nuove tecnologie e servizi finanziari, tra cui la microfinanza.
  5. Parità di genere: entro il 2030, costruire la resilienza dei poveri e di quelli in situazioni vulnerabili e ridurre la loro esposizione e vulnerabilità ad eventi estremi legati al clima e ad altri shock e disastri economici, sociali e ambientali
  6. Acqua pulita e servizi igienico-sanitari: entro il 2030, conseguire l'accesso universale ed equo all'acqua potabile sicura e alla portata di tutti
  7. Energia pulita e accessibile: entro il 2030, rafforzare la cooperazione internazionale perfacilitare l'accesso alla tecnologia e alla ricerca di energia pulita, comprese le energie rinnovabili, all'efficienza energetica e alla tecnologia avanzata e alla più pulita tecnologia derivante dai combustibili fossili, e promuovere gli investimenti nelle infrastrutture energetiche e nelle tecnologie per l’energia pulita
  8. Lavoro dignitoso e crescita economica: promuovere politiche orientate allo sviluppo che supportino le attività produttive, la creazione di lavoro dignitoso, l'imprenditorialità, la creatività e l'innovazione, e favorire la formalizzazione e la crescita delle micro, piccole e medie imprese.
  9. Imprese, innovazione e infrastrutture: raggiungere livelli più elevati di produttività economica attraverso la diversificazione, l'aggiornamento tecnologico e l'innovazione, anche attraverso un focus su settori ad alto valore aggiunto e settori ad alta intensità di manodopera
  10. Ridurre le disuguaglianze: garantire a tutti pari opportunità, anche attraverso l’eliminazione di leggi, di politiche e di pratiche discriminatorie
  11. Città e comunità sostenibili: aumentare notevolmente il numero di città e di insediamenti umani che adottino e attuino politiche e piani integrati verso l'inclusione, l'efficienza delle risorse, la mitigazione e l'adattamento ai cambiamenti climatici, la resilienza ai disastri, lo sviluppo e l’implementazione.
  12. Consumo e produzione responsabili: migliorare progressivamente l'efficienza delle risorse globali nel consumo e nella produzione nel tentativo di scindere la crescita economica dal degrado ambientale
  13. Lotta contro il cambiamento climatico: adottare misure urgenti per combattere il cambiamento climatico e le sue conseguenze
  14. Vita sott’acqua: conservare e utilizzare in modo durevole gli oceani, i mari e le risorse marine per uno sviluppo sostenibile
  15. Vita sulla Terra: proteggere, ripristinare e favorire un uso sostenibile dell’ecosistema terrestre, contrastare la desertificazione, arrestare il degrado del terreno, fermare la perdita della diversità biologica
  16. Pace, giustizia e istituzioni solide: promuovere società pacifiche e più inclusive; offrire l’accesso alla giustizia per tutti e creare organismi efficienti, responsabili e inclusivi a tutti i livelli
  17. Partnership per gli obiettivi: rafforzare i mezzi di attuazione e rinnovare il partenariato mondiale per lo sviluppo sostenibile

Ecco come è possibile ridurre la propria impronta ecologica

Ambiziosi ma ricchi di strumenti per essere raggiunti, questi obiettivi mirano a lasciare alle prossime generazioni un mondo sicuramente migliore di come lo hanno trovato. Staremo a vedere se i Paesi aderenti a questo patto saranno altrettanto efficaci a mantenere la promessa data.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agenda Onu 2030: cos’è e quali sono gli obiettivi

Today è in caricamento