rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
EARTH DAY

Che cos'è il Green Deal Europeo e perché è necessario

Una serie di iniziative politiche al fine di azzerare le emissioni di anidride carbonica. Questo (e molto altro) è il Green Deal Europeo

I più scaltri ricorderanno il “New Deal”, il piano di riforme politiche e sociali teorizzato dal John Maynard Keynes e firmate dal presidente Roosevelt con l’auspicio di far uscire la popolazione americana dalla cosiddetta Grande Depressione. Oggi un altro Deal, con scadenza nel 2050, è di forte urgenza e si pone l’obiettivo di raggiungere la neutralità climatica in Europa entro tale data.

Si chiama Green Deal Europeo (o “Patto verde europeo”) ed è un insieme di iniziative politiche proposte dalla Commissione Europea che, nelle parole della presidentessa Ursula von der Leyen è da paragonare a un vero e proprio “sbarco sulla Luna dell’Europa”, per la portata rivoluzionaria e l’ambizione.

Che cos'è l’ecocidio, un crimine di rilevanza internazionale ai danni del Pianeta

Al progetto lavorano in completa sinergia la Commissione Europea, l’organo esecutivo dell’Unione Europea,  il Parlamento Europeo e il Consiglio Europeo, detentori del potere legislativo.

Obiettivo e direttive del Green Deal

L’obiettivo alla base è contrastare gli attuali e pericolosissimi cambiamenti climatici. Per questo motivo nel 2015 sono stati messi in campo gli Accordi di Parigi sul clima, mediante i quali l’Unione Europea, assieme ad altri paesi che hanno deciso di aderire, al fine di ribassare fino all’azzeramento le emissioni inquinanti  entro e non oltre il 2050.

Due tappe intermedie, che coincidono con il 2030 e il 2040, saranno necessarie per valutare l’andamento della situazione. Proprio per il raggiungimento di questi obiettivi è stato stipulato questo “Patto verde”, dotato di soluzioni concrete per la salvaguardia dell’ecosistema terra, che corrispondono a misure di natura legislativa: direttive e regolamenti aventi norma di legge a livello europeo, cui gli stati nazionali aderenti sono obbligati a tener fede.

4 principali problemi ambientali con il quale dobbiamo fare i conti

Da un punto di vista economico l’azione è realmente onerosa: si stima che tra fondi pubblici e privati, verrà stanziato agli stati aderenti al Green Deal un totale di 1000 miliardi di euro complessivi.

I temi del Green Deal Europeo

Industria e costruzione edilizia sostenibile, sostenibilità alimentare, eliminazione dell’inquinamento, promozione della mobilità sostenibile, protezione della biodiversità: queste sono solo alcune delle strategie del Green Deal Europeo.

Nel caso specifico dell’azzeramento di emissioni di CO2, per la prima è stata varata una vera e propria Legge sul Clima: questa è dotata di azioni precise che avranno l’obiettivo di preservare e migliorare il benessere dei cittadini, la prosperità della società, la competitività dell’economia, l’efficienza energetica, la sicurezza, la salute e la protezione dei consumatori vulnerabili, la solidarietà e l’approccio scientifico.

A questa Legge sul Clima va inoltre associato l’emissione di un fondo, detto Fondo per la transizione giusta, che viene destinato agli stati nazionali europei per sostanziarsi nella corretta e giusta transizione energetica. Nel caso italiano, gran parte del Fondo verrà investito per la transizione dell’Ilva di Taranto, spesso al centro di numerosi casi di cronaca.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Che cos'è il Green Deal Europeo e perché è necessario

Today è in caricamento