rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
EWWR

Dal 20 al 28 Novembre torna la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti

L'iniziativa di sensibilizzazione sul tema della riduzione dei rifiuti nata nel 2009 torna con la sua nuova edizione. Vediamo in cosa consiste e come partecipare

La Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti (SERR) è un'iniziativa di sensibilizzazione sul tema della riduzione dei rifiuti nata nell'ambito del programma LIFE+ (Settore informazione e comunicazione) della Commissione europea. L'iniziativa si declina in un'elaborata campagna di comunicazione ambientale che incoraggia cittadini, enti pubblici, associazioni e imprese a proporre, mettere in atto e divulgare azioni concrete e buone pratiche per la riduzione dei rifiuti. La SERR si propone non solo di contribuire concretamente alla riduzione della quantità di rifiuti prodotti, ma anche di portare la problematica dei rifiuti all'attenzione del pubblico e di accrescere la consapevolezza dei cittadini in merito alle possibili strategie di riduzione e alle politiche europee e nazionali messe in campo a tale scopo. 

Cosa sono le “3R”

Le azioni attuate durante la SERR riguardano le “3R”: riduzione, riuso e riciclo. Seguendo questa gerarchia, la riduzione dei rifiuti dovrebbe essere sempre la prima priorità. Ridurre vuol dire in primo luogo effettuare una rigorosa prevenzione e riduzione alla fonte. La seconda migliore opzione è quella di riutilizzare i prodotti. Questo include anche la preparazione per il riutilizzo. Infine, la terza priorità è il riciclo dei materiali.

Il tema dell'edizione 2021

Tema dell’edizione 2021 è “Comunità circolari” e nasce intorno alla necessità che i singoli cittadini siano coinvolti, partecipino e vedano valore e beneficio locale nel perseguire zero rifiuti e attività circolari. La promozione dell’economia circolare e di una società a emissioni zero richiederà un cambiamento dei modelli di consumo e produzione che vada ben oltre la sola azione per il clima. 
In questa proòettiva la Commissione UE ha adottato l’anno scorso un nuovo  Piano d’azione per l’economia circolare, che prevede, tra le altre cose, l’introduzione di misure normative per evitare la formazione dei rifiuti, attraverso la progettazione di prodotti che durino di più, che siano più facili da riutilizzare, riparare e riciclare, e che contengano il più possibile materiali riciclati anziché materie prime. 
Tra le possibili azioni in linea con questi principi vi sono ad esempio la creazione di:
– orti urbani, per condividere spazi e ridurre sprechi e rifiuti di imballaggio;
– “oggettoteche”, per mettere in comune piccoli oggetti ed elettrodomestici
– catene virtuose di condivisione di vestiti di seconda mano o di cibo che altrimenti verrebbe sprecato;
– piccoli centri di riparazione di oggetti danneggiati, per sfruttare capacità e competenze dei singoli.

Come partecipare alla SERR 2021

Chiunque può partecipare alla Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti. Le modalità principali sono due: proporre e organizzare un'azione di sensibilizzazione sulla riduzione dei rifiuti da mettere in pratica nella propria comunità, oppure partecipare ad un’azione coordinata da qualcun altro. In entrambi i casi è necessaria la registrazione al sito.

I premi SERR

Partecipando all'iniziativa sarà possibile concorrere per i premi SERR. La cerimonia annuale  è organizzata per premiare le azioni più importanti svolte durante ogni edizione. Una giuria composta da professionisti europei che lavorano nel settore ambientale seleziona finalisti e vincitori tra tutte le tante stimolanti azioni SERR. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal 20 al 28 Novembre torna la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti

Today è in caricamento