rotate-mobile
Sabato, 4 Febbraio 2023
Gamechangers

Shopify, l’azienda e-commerce che ha vietato le riunioni

Sono dispersive e generano perdite di tempo. Così, in una mail ai lavoratori Kaz Nejatiani, chief operating officer di Shopify ha rivelato che le riunioni con 3 o più persone saranno bandite

Si sa, le riunioni possono essere l’occasione di un grande e condiviso brainstorming. Molto spesso però sono capaci di creare una grande confusione e perdita di tempo. Lo sa bene Shopify, che ha aperto il 2023 con una novità: ogni incontro con 3 o più persone è stato cancellato per le prime due settimane (e poi per sempre) per permettere all’azienda di dedicarsi in maniera più incisiva alla produttività.

La rivoluzione di Shopify

Martedì 3 gennaio Kaz Nejatian, chief operating officer e vicepresidente di prodotto di Shopify, ha scritto una mail ai dipendenti, esortandoli a calendarizzare sulle agende solo le riunioni veramente essenziali.

“Le persone vengono a Shopify per costruire. Per fare cose fighe. Per vedere la cosa a cui avevano lavorato venire rilasciata e poter dire: “wow, l’ho fatto io”. Le riunioni sono fastidiose durante questo percorso”, ha dichiarato Nejtanian.

Quali sono i benefici della settimana lavorativa breve e a che punto siamo in Italia

Niente riunioni di mercoledì

L’azienda canadese, che realizza e gestisce i siti di e-commerce di milioni di negozi e attività commerciali in tutto il mondo, ha fatto partire il 2023 con una rivoluzione. Ma c’è di più: qualora si decidesse, per motivi straordinari, di effettuare una riunione con più di 3 persone non deve avvenire di mercoledì. Il motivo è presto spiegato: bisogna evitare la routine che genera perdite di tempo e demotivazione.

“La cosa migliore che noi fondatori possiamo fare è sottrarre. E’ molto più facile aggiungere cose che togliere. Quando si accetta di partecipare a un meeting, automaticamente ci togliamo la possibilità di applicarci ad altre cose che avrebbero potuto essere fatte in quel dato tempo”, ha spiegato il CEO e fondatore di Shopify Tobi Lutke.

Shopify: dalla parte del lavoratore

Non è la prima volta che Shopify decide di sperimentare novità nell’organizzazione del lavoro. Nel maggio del 2020, in piena pandemia, la società, coerentemente alla sua natura digital, ha lasciato liberi tutti i dipendenti di fare smart working a tempo indeterminato. L’anno scorso, inoltre, a ogni dipendente è stata data la possibilità di scegliere in autonomia quanta parte della retribuzione voleva pagata in contanti e quanta in azioni della società. La decisione di cancellare le riunioni mira ancora una volta al benessere del dipendente, che in questo modo non si trova costretto a farsi soggiogare dalle numerosi riunioni in programma.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Shopify, l’azienda e-commerce che ha vietato le riunioni

Today è in caricamento