Sabato, 23 Ottobre 2021
Home & Life

Le ricette per realizzare a casa il pandoro e il panettone

Il pandoro e il panettone sono i dolci tipici del Natale, con la ricetta giusta realizzarli a casa può dare grandi soddisfazioni

Non sarà accesa come quella che accompagna qualsiasi sfida sportiva, ma anche la rivalità tra pandoro e panettone è la discussione che tiene banco durante le festività natalizie.

C’è chi non resiste a una bella fetta con la classica spolverata di zucchero a velo e chi adora i canditi e l’uvetta, ma entrambi i dolci sono immancabili quando si avvicina il 25 dicembre. Non può essere altrimenti, sia pandoro che panettone hanno una storia antichissima: il primo è apparso sulle nostre tavole a fine ‘800, mentre il secondo ha iniziato a diffondersi pochi decenni prima.

In commercio ce ne sono tantissime versioni, ma la soddisfazione di prepararlo con le proprie mani è impagabile. Pensate di non essere all’altezza? Servono anzitutto ingredienti di qualità, mentre per gli attrezzi giusti ci possiamo affidare ad un E-commerce come eBay.it e realizzare i dolci perfetti a casa sarà un gioco da ragazzi. Non ci credete? Provate a seguire queste ricette e la vostra famiglia non lascerà nemmeno una fetta.

Ricetta del pandoro

Ingredienti

Per la biga

45 g di Farina di Manitoba 

30 g di Acqua

5 g di Lievito di birra fresco 

Per il primo impasto

80 g Biga 

90 g Farina Manitoba 

20 g Zucchero

50 g Uova 

7 g Lievito di birra fresco

Per il secondo impasto

210 g Farina Manitoba 

90 g Zucchero 

10 g Miele di acacia 

100 g Uova 

20 g Tuorli 

1 Baccello di vaniglia

Mezza Scorza di limone

125 g Burro morbido

Preparazione della biga

Prima di iniziare la preparazione del pandoro dobbiamo realizzare la biga, l’impasto ha lo scopo di rendere il dolce natalizio fragrante e aromatico e a cui è difficile resistere! Come prima cosa, in una ciotola dobbiamo mettere la farina di Manitoba, il lievito di birra sbriciolato e l’acqua. Una volta amalgamati velocemente gli ingredienti, dobbiamo ricoprire l’impasto con la pellicola e lasciarlo riposare una notte intera.

Preparazione del primo impasto

Trascorse dodici ore, possiamo riprendere la biga e iniziare la preparazione del pandoro. La ricetta ha una tradizione antica, quindi un tempo non c’erano gli strumenti che abbiamo a disposizione noi oggi. Tutto veniva impastato a mano con grande fatica, mentre oggi possiamo ricorrere agli elettrodomestici. Su eBay, il marketplace in cui si vende e si compra, troveremo di certo una planetaria che ci permetterà di preparare il pandoro in poco tempo e senza versare una goccia di sudore!

Armati di bilancia, dobbiamo pesare la farina di Manitoba, lo zucchero e il lievito di birra fresco ed inserirli nella ciotola dell’apparecchio munita di gancio. Mentre la planetaria è a velocità media aggiungiamo un uovo: facciamola andare fino a quando non viene assorbito e l’impasto si sarà incordato vicino al gancio.

A questo punto trasferiamo il composto su un piano infarinato e con l’aiuto di un tarocco pieghiamo i lembi verso l’interno per aiutare la lievitazione e dare ariosità all’impasto.

Ripiegato l’impasto su sè stesso dobbiamo rigirarlo e creare una palla che andremo a mettere all’interno di una ciotola con le pieghe a contatto con il fondo. Una volta coperto con la pellicola dobbiamo aspettare che raddoppi di volume. Per accelerare i tempi un piccolo segreto è quello di metterlo all’interno del forno con luce accesa e nel giro di un paio d’ore avremo il risultato sperato!

Preparazione del secondo impasto

Quando l’impasto sarà lievitato possiamo riprenderlo e inserirlo all’interno dell’impastatrice insieme al miele, alla vaniglia, al limone, allo zucchero e alla farina di Manitoba. Mentre la planetaria è in funzione si uniscono le uova e una volta assorbite possiamo aggiungere i tuorli. Quando l’impasto risulta elastico, con l’apparecchio in funzione, dobbiamo versare il burro morbido e una volta ben amalgamato, dobbiamo mettere il composto su un piano di lavoro e realizzare le pieghe di rinforzo. Come per il primo impasto, va realizzata una sfera.

Una volta che la palla sarà liscia e tesa, possiamo inserirla all’interno dello stampo imburrato con le pieghe verso l’alto e lasciarlo riposare per circa 8-12 ore, il tempo che impiegherà per lievitare e raggiungere il bordo dello stampo.

Trascorso questo tempo, mettiamo nella parte bassa del forno una ciotola con acqua calda, mentre il pandoro nella parte alta e lo lasciamo cuocere per 55 minuti a 150° in modalità statica. L’acqua aiuterà a creare la giusta umidità e a far dorare il pandoro.

Dopo la cottura, lasciamo raffreddare completamente il dolce natalizio capovolto e quando sarà pronto, non ci resta che sformarlo, ricoprirlo con lo zucchero a velo e gustarlo in compagnia dei nostri cari!

Ricetta del panettone

Ingredienti

Per la biga

100 g Farina Manitoba 100 g

7 lievito di birra fresco

1 cucchiaino di zucchero

60 g di Latte tiepido

Per l’impasto

50 g Farina Manitoba 

350 g Farina 00

7 g Lievito di birra fresco

4 Uova medie

3 Tuorli 

160 g Zucchero 

160 g Burro morbido

1 Scorza di limone 

40 g arancia candita

40 g Cedro candito

120 g Uvetta passita

1 Baccello di vaniglia 

5 g Sale fino

Preparare la biga

Per preparare il pre impasto in una ciotola si deve versare la farina di Manitoba, il lievito disidratato, il latte tiepido e lo zucchero. Impastiamo il tutto fino a formare una pallina, copriamolo con una pellicola e facciamolo riposare per 12 ore nel frigo.

Impasto iniziale

Dopo aver fatto rinvenire la biga fuori dal frigo per circa due ore, possiamo iniziare la vera preparazione del dolce. Il segreto per fare un panettone morbido e fragrante sta tutto nell’impasto: la lavorazione è fondamentale quindi è impossibile fare a meno dell’impastatrice. Efficienti e moderne, su eBay.it possiamo trovare quella che fa al caso nostro.

All’interno della planetaria si inseriscono la farina di Manitoba, 200 g di quella 00, il lievito, 60 g di zucchero, 2 uova intere e si lavora l'impasto fino a quando non diventa omogeneo.

A questo punto dobbiamo unire 60 gr di burro morbido un pezzetto alla volta. Quando sarà assorbito tutto e incordato attorno al gancio, possiamo metterlo sul piano di lavoro. Facendoci aiutare da una spatola di plastica formiamo una palla liscia e tesa e lasciamo lievitare l’impasto all’interno di una ciotola coperta da pellicola, per 2 ore in un luogo asciutto lontano da correnti d’aria e poi 12 ore in frigo.

L’impasto successivo

Trascorso il tempo di lievitazione dobbiamo far rinvenire l’impasto fuori dal frigo per almeno 2 ore, nel frattempo possiamo mettere in ammollo l’uvetta, tagliare a dadini il cedro e l’arancia candita e grattugiare il limone.

Quando l’impasto avrà raggiunto la temperatura ambiente deve essere messo all’interno della planetaria, con la vaniglia, la scorza di limone, il resto della farina 00 e dello zucchero, 2 uova intere e 3 tuorli e iniziare ad amalgamarlo con il robot da cucina. Aggiungiamo il sale e i rimanenti 100 gr di burro morbido un pezzo alla volta aspettando che si sia assorbito il precedente prima di proseguire.

A questo punto è arrivato il momento di unire l’arancia candita, il cedro e l’uvetta scolata e asciugata per bene, se vogliamo una variante golosa possiamo sostituire i candidi e l’uvetta con gocce di cioccolato, non sarà tradizionale, ma di sicuro delizioso!

Mescoliamo gli ingredienti con la planetaria e una volta inglobati mettiamo il composto sul piano di lavoro per formare una palla. L’impasto pronto per una nuova lievitazione deve rimanere all’interno di una ciotola coperta da pellicola per circa due ore.

Preparazione finale

Trascorso il tempo di lievitazione e con un impasto raddoppiato, dobbiamo rovesciarlo sul piano di lavoro e piegare i lembi verso l’interno dandogli una forma sferica. Prendiamo uno stampo imburrato e lasciamo lievitare il composto coperto con pellicola all’interno del forno spento con luce accesa  per circa due ore

Trascorso questo tempo, se l’impasto avrà raggiunto il bordo dello stampo, possiamo togliere la pellicola e lasciarlo riposare per 15 minuti per farlo seccare leggermente così da poter realizzare la classica croce.

Inforniamo il panettone in forno statico preriscaldato a 200° per circa 10-15 minuti, insieme ad una ciotolina con dell’acqua per avere la giusta umidità. Dopo 15 minuti abbassiamo la temperatura a 180° e lasciamo cuocere altri 40-35 minuti. Una volta cotto facciamolo intiepidire, sformiamolo e siamo pronti per servirlo ai nostri ospiti e festeggiare insieme il Natale!

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le ricette per realizzare a casa il pandoro e il panettone

Today è in caricamento