rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
publisher partner

“L’arte della moda”: una grande mostra riapre le proprie porte e ripartono gli eventi collegati

Anche quest’anno, a Forlì, torna l’appuntamento imperdibile con la grande cultura italiana

E’ un momento difficile per il territorio romagnolo: dopo l’alluvione che ha colpito queste terre, tutti si stanno impegnando per riportare la normalità in questa regione. Ripartire significa affrettare una rinascita. E la bellezza e la cultura sono uno strumento importante per tornare a vivere.

Per questo, dopo qualche giorno di chiusura inevitabile, per mettere in sicurezza la mostra e il museo che la ospita, e soprattutto per dare il giusto supporto alla città, è un piacere comunicare che la mostra “L’arte della moda” riapre le proprie porte in totale sicurezza. Riattivata la viabilità, Forlì è raggiungibile come prima.

Come segno di ripresa di una comunità che non si arrende, oltre alla riapertura dell’esposizione, ripartono anche gli eventi collegati alla mostra. Organizzati dalle associazioni culturali e dalle scuole del territorio, gli eventi attraversano le discipline più diverse: dalla musica al cinema e al teatro, dalla storia del pensiero a quella delle arti e dell’architettura.

I prossimi appuntamenti sono giovedì 8 giugno con la conferenza “La moda tra comunicazione e relazioni sociali” organizzata dall’Associazione Nuova Civiltà delle Macchine e sabato 17 giugno con il concerto di Francesco di Rosa e i solisti della Maderna organizzato da ForlìMusica; tutto il ricco calendario è visionabile al seguente link.
Quest’anno, dopo diciassette grandi successi, la mostra “L’arte della moda. L’età dei sogni e delle rivoluzioni. 1789-1968” indaga il profondo rapporto che lega l’arte e la moda e che, da sempre, riesce a raccontare in maniera esaustiva e sorprendente i cambiamenti culturali e politici della società. Sono oltre 300 le opere tra dipinti, sculture, abiti antichi e contemporanei a condurre per mano nella narrazione, con capolavori di Tintoretto, Hayez, Boccioni, Matisse, Mondrian, Tissot, Fontana, oltre alle creazioni dei più importanti stilisti e couturier della storia della moda.

Come tutte le Grandi Mostre a Forlì, anche “L’arte della moda” non ha interessato solo il pubblico italiano, ma ha già richiamato verso il cuore della Romagna turisti da tutta Europa, in particolare inglesi e francesi, che, cogliendo l’occasione della mostra, hanno potuto visitare la regione.

“L’arte della moda. L’età dei sogni e delle rivoluzioni. 1789-1968” è al Museo Civico San Domenico fino al 2 luglio 2023 ma, come spesso succede quando la scadenza sembra lontana, meglio non aspettare l'ultimo momento, perché luglio è dietro l’angolo e perdersi questa magnifica esposizione sarebbe un rimpianto troppo grande!

Ecco un consiglio, acquistate già ora il vostro biglietto.

APT_Immagine-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Today è in caricamento