Andare oltre il problema: il focus

Spesso ci sentiamo bloccati poiché siamo focalizzati sul problema e se ci focalizziamo sul problema non potremmo vedere la soluzione. Una scena del film Patch Adams ci insegna proprio questo. Patch, interpretato da Robin Williams, è ricoverato in un ospedale psichiatrico. Uno dei matti è solito fare a tutti un gioco: mette davanti agli occhi quattro dita della mano e domanda: “Quante ne vedi?” e quando ciascuno risponde: “Quattro!”, si infuria e se ne va. Patch è molto incuriosito e vuole capire meglio, così si reca nella stanza dello scorbutico vecchietto e gli chiede di spiegargli il gioco delle dita. Arthur all’inizio si rifiuta ma, compiaciuto dell’insistenza dell’uomo, gli rimette le quattro dita davanti agli occhi e gli chiede: “Quante ne vedi?” E Patch risponde: “Sono quattro, Arthur!”

“No!” controbbatte. “Ti stai focalizzando sul problema, mai focalizzarsi sul problema altrimenti non vedrai la soluzione, guarda me. Quante ne vedi?” Patch all’inizio non capisce.

“Guarda oltre le tue dita. Quante ne vedi?”

Patch prova a mettere a fuoco la faccia di Arthur e non più le sue quattro dita davanti agli occhi e sorpreso risponde: “Otto!” 

Per un effetto ottico infatti se adesso proviamo a mettere un dito davanti al naso e poi mettiamo a fuoco la parete che gli sta dietro, le vedremo magicamente sdoppiarsi.

Spesso siamo bloccati e non raggiungiamo i nostri obiettivi perché siamo focalizzati sul problema, su ciò che ci impedisce di raggiungerli e non vediamo quello che vogliamo. 

Su cosa ti stai focalizzando?

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

Torna su
Today è in caricamento