Bonus bici, conto alla rovescia per la piattaforma (e il rimborso): c'è la data

Il ministro Costa assicura: "Il 6 agosto l'ultimo step con la conferenza Stato Regioni, poi finalmente decolla". A chi spetta e come chiederlo

Foto di repertorio

La piattaforma per chiedere il bonus mobilità non sarà sicuramente on line prima del 6 agosto. È infatti slittata l’approvazione del decreto interministeriale attuativo che sarebbe dovuta avvenire entro fine mese. Chi ha intenzione di chiedere il rimborso del 60% per l’acquisto di bici o monopattini dovrà pazientare ancora. Il ministro dell’Ambiente Sergio Costa ha assicurato però che il decreto verrà sbloccato a breve.

"Per la piattaforma ci siamo - ha detto a 'Omnibus', su La7 -, abbiamo chiuso finalmente, il 6 agosto è l'ultimo step, va alla Conferenza permanente Stato Regioni, perché è giusto che le Regioni possano pronunciarsi sul bonus e dopo finalmente decolla". Secondo Costa i fondi stanziati, 210 milioni, basteranno ad accontentare tutti i richiedenti e non ci sarà nessun click day per accaparrarsi il prezioso buono.

"I soldi ci sono per tutti" ha sottolineato il ministro, confermando che il rimborso è valido per i mezzi acquistati dal 4 maggio alla fine dell’anno.

Costa non ha dubbi sul fatto che il bonus abbia ottenuto un discreto successo, anzi "è andato talmente bene che io avevo previsto 120 milioni di euro come stanziamento e siamo arrivati a 210 milioni perché il Parlamento ha intuito che c'era una voglia del cittadino italiano di voler acquistare, e quindi ha aumentato il plafond". Si tratta di fondi, ha specificato, "che provengono dalle aste verdi, ovvero dal fondo che si costituisce con gli inquinatori. Coloro che inquinano devono pagare perché vengono aggrediti dallo Stato” e questi fondi “servono per costruire una mobilità alternativa che invece è ecologica".

Come funziona il bonus bici 

Il buono mobilità introdotto dal dl rilancio permette di risparmiare il 60% del prezzo per l’acquisto di bici (anche a pedalata assistita) monopattini nonché veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica, quali segway, hoverboard, monopattini e monowheel ovvero per l’utilizzo dei servizi di mobilità condivisa ad uso individuale esclusi quelli mediante autovetture. Il bonus copre fino a 500 euro di spesa ed è retroattivo, copre cioè gli acquisti già fatti dal 4 maggio in poi.

A chi spetta il bonus, e come chiederlo

Il bonus spetta a tutti i cittadini maggiorenni residenti nei capoluoghi di Regione, nelle Città metropolitane, nei capoluoghi di Provincia e nei Comuni con popolazione superiore a 50mila abitanti.

Per avere diritto al bonus bici come rimborso di un acquisto già fatto è necessario presentare lo scontrino parlante, un documento rilasciato dal registratore di cassa che contiene l’indicazione della natura del prodotto acquistato e il codice fiscale dell’acquirente.

Con scontrino parlante (o fattura di acquisto) alla mano, ci si dovrà collegare alla piattaforma web che sarà lanciata dopo il 6 agosto (per identificarsi sono però necessarie le credenziali Spid.

Le due fasi per ottenere il bonus

Per il bonus bici ci saranno due fasi.

  • dal 4 maggio 2020 fino al giorno di inizio operatività dell'applicazione web sarà il cittadino ad essere rimborsato del 60% della spesa;
  • dal giorno di inizio operatività dell'applicazione web il cittadino paga al negoziante aderente direttamente il 40% e sarà il negoziante aderente a ricevere il rimborso del 60%. L’elenco di tutti i negozianti aderenti all’iniziativa sarà pubblicato sul sito del ministero dell'Ambiente.

Spunta il "bonus ristoranti", prende quota l'idea per riportare gli italiani a cena fuori

In Evidenza

I più letti della settimana

  • Ecoincentivi: ecco la grande opportunità per la svolta green nell’automotive

  • Bonus bici, conto alla rovescia per la piattaforma (e il rimborso): c'è la data

  • Il turismo che non c'è: città vuote, gli esercenti chiedono le zone franche urbane

  • Il coronavirus frena il turismo: un italiano su quattro ha rinunciato alle vacanze

  • Coronavirus, italiani ''disobbedienti'': uno su quattro non mette la mascherina

  • Borghi del respiro, quando il turismo sostenibile fa rima con salute

Torna su
Today è in caricamento