rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Speciale

Studi medici e ambienti di lavoro al sicuro: la disinfezione è opera di professionisti (e ci sono tante opportunità di lavoro)

Un’azienda belga del settore ricerca agenti per l’Italia

Nel 1800 Florence Nightingale, pioniera della professione infermieristica disse che “la più grande umiliazione per un ospedale è essere all’origine di una malattia infettiva o vedere l’infezione propagarsi”. Questo esempio ci aiuta a capire che negli ambienti sanitari le infezioni sono di primario interesse per la frequenza di esposizione e per le conseguenze correlate.

I rischi esistono in molti ambienti lavorativi; al fine di ridurne la portata, assume una particolare importanza la pulizia e la disinfezione di superfici e attrezzature dove batteri e virus potrebbero annidarsi e trasmettersi da una persona all’altra provocando gravi infezioni. La pandemia insegna!

Il mantenimento dello stato di salute passa, quindi, attraverso la prevenzione e la disinfezione entra di diritto tra le sue pratiche.

Ogni luogo è potenzialmente a rischio contaminazione

Molti studi hanno confermato nel tempo come, per esempio, le superfici dei reparti ospedalieri o di studi medici, dopo normali operazioni di pulizia, presentavano ancora un discreto livello di contaminazione microbiologica. E non sono da meno le scuole, gli uffici, i negozi.

La contaminazione può avvenire a causa del contatto tra più superfici di cui una soltanto era già compromessa, ma anche per sedimentazione, per cui maggiore sarà la contaminazione dell’aria, maggiore sarà il numero di organismi che andranno a depositarsi. 

Dunque, potenzialmente, qualsiasi luogo è soggetto al rischio e va pertanto messa in atto un’attenta profilassi. Per questo sanificare non vuol dire disinfettare, ed è fondamentale al fine di eliminare gli agenti patogeni e mettere in sicurezza l’ambiente.

A chi rivolgersi per la disinfezione degli ambienti

Bisogna allo stesso tempo attuare monitoraggi continui, ma è soprattutto attraverso idonei sistemi di disinfezione che si può risolvere il problema. È bene quindi affidarsi ad aziende esperte, come Laboratoire Huckert’s International, che da oltre 60 anni, grazie alle innovative formulazioni a marchio UMONIUM38® e PHYTOGEL by Huckert’s garantisce il suo impegno costante nella lotta contro le infezioni offrendo prodotti di fascia alta, in grado di proteggerci senza provocare effetti collaterali e tutelando la salute e l’ambiente.

Sin dal 1999 Laboratoire Huckert’s International ha ottenuto le certificazioni ISO 9001 e 13485, con le quali garantisce un sistema di produzione con elevati standard di qualità, tracciabilità e riproducibilità di ogni singolo lotto. 

Giunta alla terza generazione il CEO Florence Huckert affiancata dalla sorella Valérie lavora in modo responsabile ed ecosostenibile ed è molto vicina a progetti umanitari per la salvaguardia dell’ambiente come “Un tetto per le api” e “500 Ferrari contro il cancro”, per citarne alcune.

Come unirsi al Team di Huckert's

Per la divisione italiana, Laboratoire Huckert’s International è alla ricerca di nuovi partner per la distribuzione e di nuovi agenti di commercio per la vendita: chi ha l’ambizione di lavorare nel campo della disinfezione, con passione e determinazione, può inviare il proprio curriculum via mail.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Studi medici e ambienti di lavoro al sicuro: la disinfezione è opera di professionisti (e ci sono tante opportunità di lavoro)

Today è in caricamento