Come creare un pitch di successo

Sei trucchi per un discorso di presentazione conciso ed efficace


Capacità di sintesi e semplicità di esposizione sono elementi fondamentali quando si vuole catturare l’attenzione del proprio interlocutore in poco tempo. Ma qual è la formula da utilizzare per raggiungere il nostro obiettivo e per essere esaustivi in pochi minuti? Di seguito alcuni consigli fondamentali per creare un elevator pitch di successo, ovvero un discorso di presentazione per dire chi sei e cosa fai in modo conciso ed efficace, al fine di suscitare l'interesse in chi ti ascolta.

Definisci i tuoi obiettivi
Prima di partire ed esporre la tua idea imprenditoriale è necessario chiedersi: chi sei? Cosa fai? Dove vuoi andare o cosa stai cercando? Bisogna sapere esattamente cosa si vuole raggiungere e quindi quali sono gli obiettivi raggiungibili.
Sfrutta la capacità di sintesi
Riassumi il tuo percorso, il tuo background, le tue competenze, le cose fatte e gli obiettivi prefissati in circa 4 punti di elenco (non uno di più), e soprattutto non dilungarti su aspetti inutili che rischierebbero di eclissare il messaggio principale che vuoi trasferire a chi ti sta di fronte.
Cerca di incuriosire il tuo interlocutore
Il guru del miglioramento di se stessi, Dale Carnegie, nel suo libro “Public Speaking and Influencing Men in Business” sostiene che le nostre menti sono essenzialmente delle “macchine associative”, quindi quando raccontiamo una storia che ci riguarda, lasciamo un’impronta nell’ascoltatore che difficilmente dimenticherà quel racconto e si tenderà ad associare la nostra persona a quella storia. A questo punto, dopo aver raccontato la tua storia ed averla resa semplice nella comprensione, assicurati che l’interlocutore sia rimasto incuriosito e che voglia saperne di più.
Sii semplice e usa un linguaggio comprensibile
Quando parli di te, quando ti racconti, devi essere in grado di spiegare ciò che fai in modo che la maggior parte delle persone possano capire, eliminando categoricamente termini tecnici e ancor di più eliminare gli acronimi. Immagina di raccontarlo ai tuoi genitori e quindi utilizza un linguaggio non propriamente tecnico. Questa formula ti consentirà di replicare i tuoi contenuti in modo semplice ed efficace, anche di fronte ad un pubblico più eterogeneo.
 Cronometra il tuo tempo
Mentre racconti il tuo pitch, devi essere consapevole del tempo che impieghi durante l’esposizione al fine di non sforare dal range stabilito e riducendo i dettagli che non interessano.
Registrati in un video al fine di poterti guardare successivamente
L’ultimo passo importante è essere consapevoli di cosa stiamo trasmettendo ai nostri interlocutori. A tal motivo ti consiglio di registrare in un video il tuo intervento per capire quante cose del tuo aspetto sono essenzialmente migliorabili, perchè rivedersi nei video è necessario per comprendere in cosa sbagliamo (ad esempio: adoperare un intercalare, che per chi ascolta è la cosa più fastidiosa del discorso, o avere un tono di voce che aiuti ad acquistare più sicurezza a renderci convincenti in pubblico). Ricorda che chi ci ascolta deve avere interesse ad ascoltarci, mentre chi parla deve essere credibile.
Vieni a trovarci da T3 Innovation, i nostri Innovation Advisor ti indirizzeranno sulla metodologia più adatta per esprimere al meglio la tua idea imprenditoriale!
 

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
Today è in caricamento