rotate-mobile
Lunedì, 3 Ottobre 2022
T3 Basilicata

Dagli scarti agricoli a creme pregiate: il progetto di ricerca “Extra Attivi”

T3 ha fornito al gruppo di ricerca consulenza strategica e operativa, soprattutto finalizzata alla candidatura per “Start Cup Basilicata 2019” e al “Premio Nazionale per l’Innovazione 2019”

Pregiati prodotti cosmetici a impatto zero derivanti dai residui legnosi di potatura, in particolare da aranceti, oliveti e albicoccheti lucani, ricchi di molecole antiossidanti e antiage: è questo il progetto “Extra Attivi”, che nasce nell’ambito di un dottorato di ricerca presso l’Università degli Studi della Basilicata. Abbiamo intervistato Maria Roberta Bruno, capofila del team di progetto, per farci illustrare nel dettaglio le potenzialità di questo progetto innovativo.

Dottoressa Bruno, come nasce l’idea di realizzare un prodotto cosmetico da materie di scarto?

Nel corso del mio dottorato di ricerca mi sono posta una grande sfida: quella di valorizzare e dare nuova vita agli scarti produttivi del settore agricolo. Tali residui, di natura legnosa, provengono nello specifico da frutteti di albicocco, arancio e olivo, coltivazioni che ricoprono estensioni importanti in Basilicata. Nasce da qui quindi l’idea di analizzare gli estratti legnosi per capire se anche dalle materie di scarto è possibile estrarre sostanze utilizzabili in ambito cosmetico.

I risultati sono stati molto soddisfacenti: i residui sono ricchi di catechine, epicatechine, oleuropeine e ligustroside: preziose molecole con elevata attività antiossidante e anti-age, ideali per realizzare prodotti cosmetici eco-friendly di elevata qualità. Il reimpiego di tali scarti produttivi produrrebbe notevoli vantaggi per gli agricoltori che risolverebbero, in maniera eco-sostenibile, il problema dello smaltimento di questi residui ed eviterebbero di destinare terreni produttivi per la coltivazione di materie prime ad uso cosmetico.

Il progetto sta procedendo secondo i tempi tecnici, abbiamo quasi terminato gli step di analisi degli estratti e adesso ci dedicheremo alla fase di test della citotossicità per valutare l’effettiva usabilità ed efficacia dei prodotti sulla pelle. Stiamo inoltre decidendo se produrre un prodotto cosmetico finito, come ad esempio una crema viso, oppure se dedicarci esclusivamente alla produzione e vendita di estrattivi legnosi al cui interno ci sono composti molecolari di accertata validità, utili per le aziende cosmetiche e farmaceutiche. Infine siamo alla ricerca di nuovi collaboratori per ampliare il nostro team di progetto, in particolare un chimico ed un responsabile commerciale.

Qual è stato il supporto di T3 Innovation?

Provenendo da un background accademico, avevamo la necessità di una guida che potesse supportarci a 360° nello sviluppo della nostra idea. Il supporto di T3 Innovation è stato veramente fondamentale: gli Innovation Advisor ci hanno aiutato a strutturare la nostra idea al fine di renderla competitiva e valida dal punto di vista imprenditoriale. Inoltre ci hanno accompagnato in ogni fase propedeutica alla candidatura per la business plan competition “Start Cup Basilicata 2019”, strutturando un gantt di progetto customizzato che va dalla stesura del business plan all’analisi di mercato e previsioni economico-finanziarie, fino alla presentazione del pitch per l’evento finale.

Con il loro supporto siamo riusciti ad aggiudicarci la partecipazione al “Premio Nazionale per l’Innovazione 2019”. Quest’esperienza ci ha fatto crescere moltissimo, abbiamo avuto modo di toccare con mano le esigenze del mercato imprenditoriale e ci siamo confrontati con l’opinione dei giurati, i quali ci hanno fornito validissimi spunti di riflessione in merito allo sviluppo del prodotto finale e alle relative opportunità di business.

Quali sono i vostri obiettivi per il futuro?

Per i prossimi tre mesi concentreremo le nostre attività sulla validazione degli estratti, una volta terminata la fase di testing di prodotto invece stabiliremo, con il supporto di T3 Innovation, il business model più consono al nostro progetto per essere pronti ad andare sul mercato a settembre 2020. Inoltre T3 Innovation ci supporterà nella ricerca di risorse da inserire nell’organico e di potenziali partner tecnici e commerciali con cui avviare attività di matching e proficue collaborazioni.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dagli scarti agricoli a creme pregiate: il progetto di ricerca “Extra Attivi”

Today è in caricamento