rotate-mobile
Magazine
Summer

Compiere cinquant’anni e portarli benissimo

A Perugia, il festival musicale per eccellenza festeggia il suo anniversario: concerti, mostre e iniziative per un evento culturale da non perdere

In fatto di festival musicali, l’Italia ha sicuramente la sua storia da raccontare.

È innegabile, però, che all’interno del palinsesto televisivo nazionale, il primo su cui ricade il pensiero è senza dubbio Sanremo. Nato nel 1951 come primo festival della canzone italiana, nel corso dei decenni ha riscosso sempre più successo, entrando a far parte della tradizione popolare, incollando al televisore milioni di italiani. Ogni anno vengono scoperti nuovi talenti e al tempo stesso, ascoltati artisti di altri tempi, ancora presenti e attivi nel panorama musicale italiano.

Quello che non tutti sanno, è che esiste un altro festival, ormai presente sul territorio nazionale da 50 anni, che coniuga la musica al legame con le tradizioni e il territorio: stiamo parlando dell’Umbria Jazz Festival, che in onore del suo cinquantesimo anniversario, ha in serbo un evento da non perdere.
BMT1preferred_Michael_Wilson

Non solo un festival di musica

Durante l’estate del 1973 manifesti affissi sui muri dell’Umbria, annunciavano un nuovo evento, il cui nome era Umbria Jazz. Avrebbe avuto luogo in tre città della regione e si sarebbe distinto per tre principali caratteristiche: le location prescelte erano piazze e parchi, i concerti sarebbero stati gratuiti e il festival sarebbe stato itinerante, poiché ogni sera si sarebbe svolto in una città diversa.

Da allora alcuni aspetti si sono evoluti tra crisi e rinascite, ma sempre mantenendo al centro la musica jazz. L’intera manifestazione – divenuta oggi un sistema di eventi che si svolgono a Perugia nel mese di luglio, a Terni nel mese di settembre e a Orvieto tra dicembre e gennaio – nel corso degli anni non era più solo un festival di musica, ma si era consolidato anche come un fenomeno di costume, con le sue folle e le formule originali, soprattutto in materia di legame con il territorio.
umbria-jazz-50

Biglietti disponibili: come acquistarli

Suddivisi in base a location e data, i biglietti per l’evento dell’anno sono disponibili sul sito internet di Umbria Jazz, nella sezione dedicata. Da venerdì 7 a domenica 16 luglio, una rassegna di concerti a cui è possibile accedere con l’acquisto online attraverso due rivenditori: TicketOne e Boxol.
È importante controllare entrambe le piattaforme, poiché i posti disponibili possono variare in base al rivenditore stesso.
manifesto-uj50-2

Umbria Jazz 50th Anniversary: concerti, mostre e iniziative dal 7 al 16 luglio

Un punto di arrivo, ma anche un punto da cui ripartire. Ecco cosa rappresenta il cinquantesimo anniversario di Umbra Jazz, che intende prendersi la responsabilità del futuro “di uno straordinario ed unico patrimonio culturale da mantenere e tutelare”.

La formula che caratterizza l’evento organizzato per l’anniversario, raduna nella città di Perugia, quello che viene definito tre festival in uno:

  • un primo festival, che richiama il pubblico più numeroso, si svolgerà presso l’Arena Santa Giuliana e ospiterà grandi eventi jazz, ma non solo. Obiettivo del direttore artistico, Carlo Pagnotta, è racchiudere e mostrare la più alta qualità musicale.
  • il secondo festival sarà all’interno del Teatro Morlacchi e sarà unicamente riservato al jazz e agli amanti del suo genere.
  • il terzo festival sarà quello delle piazze, all’aperto e gratuito. Da Piazza IV Novembre ai Giardini Carducci, questa ultima categoria racchiude in sé il legame con la Umbria Jazz delle origini: musica per tutti, generi popolari e grande festa.

A creare un’ulteriore connessione con il territorio, il connubio tra musica e buona cucina, grazie alla partecipazione di tre locali della città: la Bottega del vino, la Taverna e il Priori Secret Garden saranno aperti e a disposizione dei partecipanti, tra pranzi, cene e aperitivi. In aggiunta, un ristorante e un angolo snack saranno presenti nell’Arena, sia prima che dopo i concerti.

Da non perdere, la mostra fotografica allestita presso la Galleria Nazionale dell’Umbria, che ospiterà all’interno delle sue sale, gli scatti che documentano alcuni degli episodi più importanti dei 50 anni di storia del festival.

Oltre ai numeri, la qualità.

Si parla di ottantadue band, circa 550 artisti, oltre 230 eventi e 11 location: un’edizione grandiosa in onore di un anniversario veramente importante.

Il primo festival in Arena ospiterà star del calibro di Bob Dylan, Ben Harper, Mika e Paolo Conte. Il festival del jazz, riservato al Teatro Morlacchi, radunerà pianisti di altissimo livello, tra cui Kenny Barron, Danilo Peréz, John Patitucci e Adam Cruz. In riferimento al terzo festival, quello in piazza, si vivranno i generi più popolari: swing, blues, soul, funky, gipsy, con gruppi e orchestre nazionali ed internazionali. Nomi come The New Orleans Mystics, Shake ‘em up Jazz Band, Ranky Tanky, Ray Gelato, Modalità Trio e Funk Off, sono solo alcuni di quelli che parteciperanno regalando spettacolo.

Jazz Cascade dell’artista visivo David Tremlett, sarà il manifesto ufficiale dell’edizione del cinquantesimo anniversario di Umbria Jazz, mentre Radio Monte Carlo sarà la radio ufficiale che racconterà i dieci giorni di festival.

Spazio ai giovani

Degli spazi importanti saranno riservati anche ai giovani musicisti, con lo scopo di “dare un supporto concreto al jazz di domani creando opportunità di crescita, sia artistica che professionale”.

Ecco perché, parallelamente al festival, si svolgeranno le Clinics del Berklee College of Music di Boston, che offrono la possibilità a ragazzi e ragazze provenienti da ogni parte del mondo, di iscriversi per perfezionarsi grazie a docenti e un metodo didattico tra i più prestigiosi al mondo. In aggiunta, il Conad Jazz Concert, in cui si esibiscono le band emergenti.

Ulteriore dimostrazione di coinvolgimento, la UJ4KIDS: un festival nel festival, una striscia quotidiana di iniziative quali laboratori, didattica e intrattenimento, riservate ai giovanissimi. Grazie alla collaborazione con enti locali, la Fondazione Umbria Jazz, per il quinto anno consecutivo, promuove l’introduzione della musica jazz nelle scuole con l’intento di avvicinare i ragazzi alla musica improvvisata. La UJ4KIDS rappresenta un’attività di servizio e di riferimento per Istituti pubblici ad indirizzo musicale, scuole di musica e associazioni di settore, ma anche per educatori, famiglie, pediatri e musicisti.

L’obiettivo principale è non solo rendere i più giovani protagonisti di eventi musicali e attraverso momenti di spettacolo e divulgazione, ma anche promuovere crescita integrazione e inclusione, al fine di combattere emarginazione, bullismo e disagio sociale.

Per ricevere ulteriori informazioni e per l’acquisto dei biglietti, è possibile consultare il sito internet www.umbriajazz.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Today è in caricamento