rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Sport

L'ex Perugia Ahn: "Materazzi mi diceva che puzzavo d'aglio"

Il sudcoreano parla 10 anni dopo il gol che eliminò l'Italia dai Mondiali del 2002 e la cancellazione del contratto da parte del presidente del Perugia, Luciano Gaucci

Ahn Jung-Hwan chi se lo ricorda? L'attaccante sudcoreano che giocò in Italia al Perugia denuncia episodi di razzismo all'interno dello spogliatoio umbro. A più di 10 anni dal gol che eliminò l'Italia dai Mondiali del 2002 e la cancellazione del contratto da parte del presidente del Perugia, Luciano Gaucci, Ahn è tornato a parlare: "Materazzi mi diceva che puzzavo - spiega a una tv coreana come riporta Afp -. I compagni mi emarginavano. Gaucci? Mi cancellò il contratto".

Durante l'intervista alla tv del suo paese l'ex attaccante del Perugia ha ricordato i momenti passati in Italia come un periodo terribile: "Raramente mi passavano la palla - ha spiegato -, anche se io ero davanti alla porta e loro non avevano occasione di segnare. Mi hanno trattato come un emarginato". Un episodio in particolare colpì Ahn: "Materazzi entrò nello spogliatoio urlando verso di me davanti a tutti, che puzzavo di aglio. All'inizio non capivo cosa mi diceva e anche il traduttore arrossì: era troppo imbarazzato per tradurre". La conferma la da anche la moglie di Ahn, ex Miss Corea, che nel corso della serata puntualizza che il marito "era talmente intimidito che ha smesso di mangiare l’aglio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ex Perugia Ahn: "Materazzi mi diceva che puzzavo d'aglio"

Today è in caricamento