rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Atletica

Emilia suicida a 21 anni, addio alla campionessa di trail running: "Il mio corpo si è spento"

L'atleta Emilia Brangefalt combatteva con una malattia cardiaca che la costringeva a letto. Sui social sfogava il suo dolore

Una vita che ruotava attorno allo sport e l'incapacità di gestire la malattia. L'atleta svedese Emilia Brangefalt, campionessa del trail running, si è suicidata ad appena 21 anni. L'addio alla vita il 13 novembre, ma la notizia è stata diffusa nelle scorse ore. Sui social scriveva: "Il mio corpo si è spento".

Emilia Brangefalt era stata medaglia di bronzo nello short trail dei Mondiali 2022 in Thailandia, quinta quest'anno a Innsbruck sempre ai Mondiali. Il fisico però l'ha tradita: problemi al cuore - frequenza troppo alta anche a riposo per permetterle di compiere sforzi - l'hanno costretta allo stop. Inaccettabile per lei che dello sport aveva fatto una ragione di vita.

Lo scorso 4 novembre aveva scritto un lungo post su Instagram, che adesso ha il sapore dell'addio. Spiegava i dettagli del suo problema e ammetteva di non potere neppure camminare: "Da fine luglio il mio corpo si è spento. Solo fare una passeggiata è faticoso per me ora. Sono stata in ospedale e dal medico almeno venti volte, ogni analisi del sangue, ogni elettrocardiogramma dava risultati ottimi, eppure il mio corpo continua a risultare stressato, anche se gli ho dato solo amore negli ultimi mesi. Sono molto triste perché correre e allenarsi significa tanto. Ma ora vivere una vita normale è difficile. Nell'ultimo mese ho passato più ore a letto che in piedi". 

Se ti trovi in una condizione di stress emotivo o a rischio di suicidio, puoi trovare aiuto nella tua zona con Find a helpline

Continua a leggere su Today.it...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emilia suicida a 21 anni, addio alla campionessa di trail running: "Il mio corpo si è spento"

Today è in caricamento