Martedì, 23 Luglio 2024
Altro

Futsal: Catania è campione d'Italia per la prima volta

Nella decisiva gara3 in casa del Napoli, gli etnei compiono l'impresa ai supplementari

La quarantesima edizione della Serie A ha un campione d’Italia nuovo di zecca. Il Meta Catania si va a prendere il primo scudetto della sua storia ad Aversa, batte 6-4 ai tempi supplementari il Prezioso Casa Napoli in gara-3 delle Finals regalando un inedito tricolore alla Sicilia. Eroe del PalaJacazzi un catanese doc, Giovanni Pulvirenti, autore di una tripletta.   

Una finale al gran completo: Colini recupera Salas (comunque con la spalla vistosamente fasciata) e Mancuso, Juanra torna a disporre di Dian Luka. Si parte, e come ogni atto delle Finals è il Meta Catania a colpire per primo: Borruto perde palla a metà campo, Turmena vede Pulvirenti tutto solo dall’altro lato e lo serve, il catanese infila Bellobuono sbloccando il risultato dopo appena quattro minuti. Il Prezioso Casa Napoli fatica a riorganizzarsi, a tratti subisce il possesso palla rossazzurro, ma s’accende quando deve: Mancuso da fuori area, un mancino chirurgico di De Luca, in 86” è 2-1 per gli azzurri. Il Meta Catania perde le sue certezze e a 30” dal duplice fischio incassa addirittura un mortifero 3-1, ancora con una conclusione dalla distanza, stavolta di Bolo. Nella ripresa Juanra si gioca la carta Dian Luka, ma le prime occasioni, in ripartenza, sono tutte del Prezioso Casa Napoli, mal finalizzate però da Mancuso e Bolo. Due errori pesantissimi, che gli azzurri pagano a carissimo prezzo.

Una sassata di Anderson riapre gara-3 delle Finals, con la superiorità numerica figlia di uno sciocco rosso a De Luca, Podda fa 3-3, infortunandosi. Il catino del PalaJacazzi si ammutolisce quando una ripartenza di Pulvirenti viene appoggiata in rete da Bocao. Colini si gioca subito la carta del portiere (Borruto) di movimento e la mossa porta al 4-4 di Ercolessi. Si va ai supplementari. Napoli ha due super occasioni per il nuovo vantaggio, ma prima Bolo e poi Salas falliscono i rispettivi tiri liberi. E ancora una volta viene punito, una doppietta di Pulvirenti nel secondo extra-time regala il primo scudetto al Meta Catania. 

NAPOLI FUTSAL-META CATANIA 4-6 d.t.s.: il tabellino

PREZIOSO CASA NAPOLI FUTSAL: Bellobuono, Perugino, Mancuso, Salas, Bolo, Ercolessi, De Luca, Borruto, Colletta, De Simone, Saponara, De Gennaro. All. Colini
META CATANIA: Timm, Podda, Bocao, C. Musumeci, Anderson, Silvestri, Pulvirenti, Dian Luka, Salamone, G. Musumeci, Turmena, Tornatore. All. Juanra
MARCATORI: 4'01'' p.t. Pulvirenti (M), 14'44'' Mancuso (N), 16'11'' De Luca (N), 19'30'' Bolo (N), 7'03'' s.t. Anderson (M), 10'22'' Podda (M), 11'29'' Bocao (M), 12'47'' Ercolessi (N), 0'30'' s.t.s. Pulvirenti (M), 1'46'' Pulvirenti (M)
AMMONITI: Salas (N), Mancuso (N), De Simone (N), Timm (M), Dian Luka (M), C. Musumeci (M), Bolo (N)
ESPULSI: al 10'08'' del s.t. De Luca (N)
NOTE: al 1'21'' del p.t.s. Tornatore (M) para un tiro libero a Bolo (N), al 3'54'' del p.t.s. Tornatore (M) para un tiro libero a Salas (N)
ARBITRI: Nicola Maria Manzione (Salerno), Giulio Colombin (Bassano del Grappa), Paolo De Lorenzo (Brindisi) CRONO: Pierluigi Minardi (Cosenza)
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Futsal: Catania è campione d'Italia per la prima volta
Today è in caricamento