Lunedì, 18 Ottobre 2021
GIRO DI LOMBARDIA

Giro di Lombardia: Tadej Pogacar trionfa, Masnada ottimo 2°

Nella classica delle ‘Foglie Morte’ arriva la vittoria del campione sloveno. Secondo sul traguardo il corridore bergamasco, che è stato l’ultimo ad arrendersi

Il Re del Giro di Lombardia è Tadej Pogacar. Il campione sloveno, che a soli 23 anni ha già vinto 2 Tour de France, corona la sua grandissima annata 2021 conquistando la vittoria nella classica delle Foglie Morte.

Quest'anno, oltre alla Grand Boucle, aveva già vinto un Monumento, la Liegi, confermando quando sia un corridore dotato di un bagaglio tecnico unico al mondo.

Era la sua prima partecipazione alla corsa che chiude la stagione e ha subito vinto.

L'ha fatto grazie a una grande azione partita quando mancavano 36 km al traguardo. Pogacar è scattato per involarsi verso il trionfo sul traguardo di Bergamo. Poco prima Vincenzo Nibali aveva tentato il colpo di mano con un attacco sul Passo di Ganda. Il campione siciliano si dovrà accontentare del 13esimo posto a 2’25’’.

Giro Lombardia: Pogacar vince, Masnada secondo

Pogacar ha dovuto conquistare la vittoria nel Giro di Lombardia allo sprint. Fausto Masnada, corridore bergamasco della Deceuninck-Quick Step, osando tutta l’esperienza accumulata in allenamento nella discesa del Selvino, è riuscito a rientrare e per un attimo ha anche sognato di poter centrare una clamorosa impresa.

Il gruppetto inseguitore, con alcuni degli uomini più quotati, è giunto a 51 secondi. Nella volata di gruppo Adam Yates, terzo, ha preceduto Valverde, quinto e Alaphilippe.

Il due volte campione del mondo, compagno di squadra e capitano nel team di Masnada, alla fine era molto rammaricato. Per la sua condizione ha indubbiamente perso una grande occasione non seguendo il compagno di squadra nella discesa del Selvino.

Nel gruppo inseguitore non c'è stato accordo e lui avendo un uomo davanti non ha potuto tirare. Il successo odierno è andato meritatamente a un Pogacar stellare.

Un campione che sa vincere le corse a tappe e le corse di un giorno, che è molto giovane e ha davanti a sè un futuro assicurato. Ora si prenderà un po' di tempo per definire i suoi obiettivi per il prossimo anno. C'è già chi sogna vederlo tentare l'accoppiata Giro-Tour.

Giro di Lombardia: l’ordine d’arrivo

1. Tadej Pogacar (Uae-Emirates) 239 km in 6h01’39”, media 39.652 km/h; 2. Fausto Masnada (Deceuninck-Quick Step) s.t.; 3. A. Yates (GB, Ineos-Grenadiers); 4. Roglic (Slo, Jumbo-Visma); 5. Valverde (Spa, Movistar); 6. Alaphilippe (Fra, Deceuninck-Quick Step); 7. Gaudu (Fra, Groupama-Fdj); 8. Bardet (Fra, Dsm); 9. Woods (Can, Israel) a 51”; 10. Higuita (Col, Ef); 13. Nibali a 2’25”;

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giro di Lombardia: Tadej Pogacar trionfa, Masnada ottimo 2°

Today è in caricamento