rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
MONDIALE SU PISTA

É sempre Italia: Ganna e il quartetto olimpico sono ancora d'oro

Grande impresa a Roubaix. Gli azzurri hanno battuto la Francia e riportato a casa un titolo che mancava da Perth 1997. La medaglia di bronzo è per la Gran Bretagna

Quattro chilometri a quasi 70 km all’ora di media. Filippo Ganna, Jonathan Milan, Simone Consonni e Liam Bertazzo volano verso la medaglia d'oro dell'inseguimento a squadre. L'Italia torna sul tetto del mondo dopo 24 anni, superando la Francia, padrona di casa, nel Mondiale su pista a Roubaix, proprio dove una ventina di giorni fa è arrivata la classica vinta nel fango da Sonny Colbrelli.

Un'edizione, che dopo il successo ottenuto ieri da Martina Fidanza nello scratch, diventa sempre più azzurra.

Ciclismo su pista: Ganna e il quartetto vincono anche il Mondiale

Per i nostri è un'altra prestazione indimenticabile dopo quella dello scorso 4 agosto quando al velodromo Izu di Tokyo conquistarono l'oro olimpico. Nel quartetto olimpico c’era Francesco Lamon, oggi sostituito da Bertazzo, una scelta del ct Marco Villa condivisa dalla squadra.

La medaglia di bronzo è andata alla Gran Bretagna che ha superato la Danimarca.

Una grande festa per un titolo Mondiale che mancava da Perth 1997, 24 anni fa.

Inseguimento a squadre, Tokyo è già leggenda 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

É sempre Italia: Ganna e il quartetto olimpico sono ancora d'oro

Today è in caricamento