rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Altro

Pallamano, Conversano è campione d'Italia

In Gara 2 del derby pugliese arriva un pareggio (28-28) che basta per battere il Junior Fasano sconfitto in Gara 1. E' il settimo tricolore dei biancoverdi (secondo consecutivo), diciottesimo trofeo della storia del club

Conversano è campione d’Italia. Per la settima volta nella storia della Serie A, la seconda consecutiva, il sodalizio biancoverde conquista il tricolore, avendo la meglio sulla Junior Fasano nel quinto derby pugliese della storia valso lo scudetto. Dopo il 31-24 di gara-1 giocata mercoledì scorso, decisivo il pari con cui le due formazioni impattano alla Palestra Zizzi: un 28-28 (p.t. 16-15) che permette alla squadra di Alessandro Tarafino di confermare quanto già conquistato nella passata stagione. 

Conversano, al suo 18esimo trofeo tra campionato, Coppa Italia e Supercoppa, conferma un altro dato storico: in tutti i titoli italiani vinti ai play-off e con la eventualità della bella (2003, 2004, 2006 e 2010), il sodalizio della provincia barese è sempre rimasto imbattuto. Una soddisfazione in più, in una domenica che, tra i tanti numeri, consegna a Demis Radovcic il decimo scudetto e ad Alessandro Tarafino il 16esimo fra campo e panchina.

La partita

Che sarebbe stata una partita molto diversa da gara-1 lo avevano detto tutti, tecnici compresi. L’ambiente, la tensione, la posta in palio: tutto concorre. E i pronostici sono rispettati in pieno, perché il gol-scudetto di Conversano, segnato da Massimiliano Possamai, arriva a 40’’ dal termine e dopo una rimonta durata quasi 40’. Sotto 28-26 a 3’34’’ dal termine, l’organico allenato da Alessandro Tarafino trova la forza dello sprint conclusivo che vale il pareggio decisivo. L’assalto conclusivo di Notarangelo sul fronte opposto non basterà: palla sul muro e poi nelle mani degli ospiti. Gioia incontenibile per Conversano. 

A Fasano va il plauso per una stagione straordinaria, culminata col primato in regular season, e dei play-off Scudetto affrontati senza due pedine fondamentali come Vito Fovio e Riccardo Stabellini. “Sono sicuro della mia squadra”, aveva detto Francesco Ancona, tecnico biancoazzurro, al termine di gara-1. Così è stato: seppure con rotazioni limitatissime, Fasano tocca il vantaggio sull’11-10, va alla pausa in vantaggio sempre di misura (16-15) e in avvio di ripresa vede l’impresa fuggendo sul 20-16. Al pari conversanese (21-21), la Junior farà seguire altri due mini-fughe: 24-22 con Angiolini e il 28-26. La partita da incorniciare di Alessio Moretti – 12 gol – e il 28-28 di Possamai scriveranno il resto della storia. Conversano è campione d’Italia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallamano, Conversano è campione d'Italia

Today è in caricamento