rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Altro

Pallanuoto, Champions League: l'An Brescia in emergenza piega Spalato 6-5

Grande impresa dei campioni d'Italia contro i croati nella prima gara ufficiale del 2022. Nonostante le assenze causate dal Covid e i tanti giorni di stop, la squadra di Bovo mantiene l'imbattibilità europea e la testa del girone A

Contro ogni difficoltà l’AN Brescia batte 6-5 lo Jadran Spalato, resta imbattuta in Champions League e si tiene stretta la testa della classifica nel girone A. Nonostante le assenze pesanti e i pochi allenamenti di alcuni giocatori, la squadra di Sandro Bovo non si lascia demoralizzare e mette in vasca tutta la grinta possibile per strappare tre punti fondamentali. Parte bene, anche se in ritardo, il 2022 dei campioni d'Italia.

Il primo quarto inizia subito nel verso giusto con la saetta di Edoardo Di Somma che infila in porta dopo pochi secondi. Kharkov pareggia con il suo mancino a 6 minuti dalla fine e solo a pochi istanti dalla prima sirena i leoni vanno in vantaggio ancora una volta con Di Somma che da posizione due butta giù la porta di Anic.

Nel secondo parziale l’AN Brescia cerca con ogni sforzo di incrementare il vantaggio, ma a 1 minuto dalla fine Kharkov pareggia i conti in superiorità numerica. Anche nella terza frazione le energie cominciano a venir meno e la rete di Bukic manda in vantaggio gli ospiti, ma non piega i Campioni d’Italia che pareggiano con Dolce a 6 secondi dal termine. L’ultimo tempo è un capolavoro AN Brescia che torna in svantaggio dopo il gol di Delic, ma trovano le energie necessarie prima per pareggiare e poi per passare in vantaggio di due reti. Lo Jadran a un minuto dalla fine infila il gol del meno uno e nell’ultima azione Tesanovic abbassa la saracinesca. L’AN Brescia vince e tiene la testa del girone A.

Così Sandro Bovo a fine partita: “Abbiamo cercato di addormentare la partita perché è l’unica cosa che potevamo fare. E stata un’impresa vincere questa partita. Oggi è stato difficile gestire i falli e i ragazzi sono stati straordinari. Alcuni di loro non si allenavano dal 30 dicembre e hanno fatto due allenamenti. Sarebbe stato un peccato perdere, è una situazione molto difficile da gestire perché ogni giorno esce una notizia che riguarda una positività. Grande spirito dei ragazzi che sono scesi in vasca”.

Questo il commento del presidente Malchiodi: “Combattere fa parte del nostro DNA. Ogni nostro giocatore ha un cuore enorme e questa sera tutti l’hanno dimostrato perché giocare in queste condizioni è difficile e vincere stasera è come aver vinto un trofeo. Purtroppo è un regolamento un po’ assurdo che non permette nessun tipo di rinvio, però l’abbiamo accettato e il mister ha guidato i ragazzi al meglio come sempre, prendere solo 5 gol in queste condizioni è un’impresa”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallanuoto, Champions League: l'An Brescia in emergenza piega Spalato 6-5

Today è in caricamento