rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Calcioscommesse

Respinto patteggiamento per Conte, "non congrua squalifica di tre mesi"

Svolta clamorosa nel processo di Roma per lo scandalo calcioscommesse. La Commissione ha rigettato la proposta del procuratore federale Palazzi: troppo corta la squalifica per il tecnico ex Siena. Per il club chiesti 5 punti di penalizzazione

All'ex Ostello della Gioventù del Foro Italico di Roma va in scena un processo sportivo che farà molto discutere. La Commissione Disciplinare ha definito "non congrua" la richiesta di patteggiamento per l'allenatore della Juventus Antonio Conte, nell'ambito del processo sul calcioscommesse. Gli avvocati dell'allenatore avevano richiesto, al procuratore federale Stefano Palazzi, patteggiando, una pena di 3 mesi più 200 mila euro di multa.

L'istanza di patteggiamento di Conte è stata però respinta così come quelle di Savorani, Alessio (il secondo di Conte), D'Urbano, Poloni e Passoni. Motivazione: "Non sono congrue le pene".

Accolto il patteggiamento per Carobbio (4 mesi), Da Costa (3 mesi e 30 mila), Faggiano (4 mesi inibizione), Gervasoni (3 mesi), Larrondo (mesi 3 e 20 giorni + 30mila euro), Sala (2 anni), Stellini (2 anni + 50mila), Torino (-1 punto + 30mila euro), Varese (-1 punto + 30mila euro).

Guarda i video delle partite incriminate

Albinoleffe - Siena 1-0

Novara - Siena 2-2

Gallery

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Respinto patteggiamento per Conte, "non congrua squalifica di tre mesi"

Today è in caricamento