rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Sport

Avversario gli dice 'negro' e lui lo spintona e viene espulso

Giocatore togolese in partita di Terza categoria nel bolognese

Un calciatore avversario lo ha apostrofato in campo durante la partita ('Stai zitto, negro'), lui d'istinto ha reagito spintonandolo ed e' stato espulso dall' arbitro, nonostante l'autore dell'insulto si sia subito scusato e abbia ammesso il proprio errore. Protagonista dell'episodio di razzismo Teibou Koura, 24enne togolese che gioca in Terza categoria nel Rioveggio. L'episodio - riporta l'edizione bolognese del 'Resto del Carlino' - e' avvenuto durante l'incontro con il Lizzano, che Rioveggio stava vincendo 2-0. 

L'arbitro Simone Ugolini di Bologna ha estratto il cartellino rosso e ha espulso Teibou nonostante l'avversario, Matteo Parigino, gli avesse subito chiesto scusa. All'intervallo tutta la squadra del Lizzano si e' fermata a meta' campo, rivolta verso la tribuna, e Parigino ha alzato le mani chiedendo ancora scusa al pubblico. "Per un momento, nella concitazione, ho perso la testa e mi e' scappata una brutta frase verso Taibou - ha poi spiegato l'autore dell'insulto - Chiedo scusa a lui e ai presenti. Ho provato piu' volte a spiegare all'arbitro che avevo sbagliato io, ma non c'e' stato verso". 

La presidente della Polisportiva Rioveggio, Vanessa Venturi, ha annunciato che domenica prossima, in occasione dell'incontro casalingo con Casalecchio, "i nostri giocatori scenderanno in campo col viso dipinto di nero. Il razzismo non e' accettabile, a maggior ragione in una categoria come la nostra dove all' agonismo dovrebbero accostarsi amicizia e divertimento. Speriamo che in futuro anche Federazione e Aia si mostrino piu' attenti nel cercare di evitare e, nel caso, condannare certi gesti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avversario gli dice 'negro' e lui lo spintona e viene espulso

Today è in caricamento