Mercoledì, 14 Aprile 2021

"Ero sotto la doccia, di colpo un dolore alla testa": Barrichello e il racconto del tumore

L'ex pilota della Ferrari ha raccontato alla tv brasiliana il dramma vissuto: "I medici mi dissero che solo il 14% dei malati evita conseguenze permanenti"

"Sono vivo per miracolo", dice Rubens Barrichello alla tv brasiliana, raccontando il dramma del tumore al collo che l'ha colpito a fine gennaio e da cui, fortunatamente, sembra essere guarito. Il 45enne ex pilota della Ferrari, seconda guida ai tempi di Schumacher, ha raccontato i momenti della malattia in un'intervista rilasciata al programma brasiliano "Conversa com Bial" di Globo tv:

"Una mattina mi trovavo sotto la doccia, quando di colpo avvertii un dolore lancinante alla testa. Sentii come se stessi esplodendo, tanto che dovetti accasciarmi per terra. Ci vollero un po' di minuti prima di riuscire a raggiungere Silvana (sua moglie, ndr) per chiederle aiuto. Ricordo che il dolore era insopportabile e capii subito che si trattava di un problema serio. Mi rivolsi a un amico dottore che intuì subito la gravità della situazione. Sono stato fortunato".

Si trattava di un tumore benigno, che l'ex pilota di F1, oggi impegnato nel campionato Stock Car, è riuscito a sconfiggere. "I medici mi dissero che solo il 14% di chi soffre questo problema riesce a recuperare. Dopo il sollievo per averla scampata, ho temuto di non poter più correre", ha detto a Globo tv mostrando alle telecamere una vistosa cicatrice al collo. Forza Rubinho!

L'ex pilota Ferrari ricoverato in ospedale: la foto su Instagram
 

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ero sotto la doccia, di colpo un dolore alla testa": Barrichello e il racconto del tumore

Today è in caricamento