rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Basket

Final Eight 2023, storie, numeri e statistiche dell'Olimpia Milano

Da mercoeldì in campo a Torino le otto big della serie A. Biancorossi a caccia della terza Coppa Italia consecutiva, Messina è il Re della manifestazione

Undici anni dopo, le Final Eight di Coppa Italia tornano a Torino. In realtà è la quarta volta che la Coppa Italia viene assegnata sotto la Mole Antonelliana: nel 2011 e nel 2012 ad imporsi fu Siena (l’ultima volta dopo una contestata vittoria in semifinale proprio contro l’Olimpia), nel 1972 al Parco Ruffini fu l’allora Simmenthal a conquistare il primo di otto trofei. L’Olimpia arriva a questa competizione sull’onda dei successi conquistati nel 2021 e 2022, a caccia di un inedito Three-peat. Tra statistiche, storie, numeri del presente e del passato, i biancorossi si presentano anche quest'anno come la squadra da battere.

Il Re di Coppa

Ettore Messina ha vinto il trofeo nove volte. Si tratta del primato per un allenatore, un dato che assume ancora maggior rilevanza pensando che da solo l’allenatore dell’Olimpia ha vinto più coppe della stessa Olimpia, la Virtus Bologna e Treviso. Sono i tre club che hanno conquistato il trofeo otto volte. Siena l’ha vinto cinque volte, Varese quattro volte. Coach Messina l’ha conquistato nel 1990 all’esordio da capo allenatore. Poi si è imposto altre tre volte con Bologna (1999, 2001 e 2002) e tre volte di fila con Treviso prima di conquistarlo negli ultimi due anni con l’Olimpia Milano. Il suo bilancio in Coppa Italia è di 56-12, pari ad un astronomico 82.3% di successi.

A caccia del tris

Coach Messina ha vinto la Coppa Italia tre volte consecutive con la Benetton Treviso, ma dal punto di vista personale ha vinto il trofeo cinque volte di fila perché prima di trasferirsi in Veneto aveva trionfato nei suoi ultimi due anni alla Virtus Bologna. Il “Three-peat” a livello di club è riuscito a Varese (1969, 1970, 1971), a Treviso (1993, 1994, 1995), di nuovo a Treviso (2003, 2004, 2005) e infine a Siena (2009, 2010, 2011 più 2012 e 2013, due titoli successivamente revocati ma conquistati sul campo). L’Olimpia non ha mai vinto la Coppa tre volte consecutive: dopo aver vinto nel 1986 e nel 1987, nel 1988 venne eliminata in gara secca da Cantù negli ottavi di finale; dopo aver vinto nel 2016 e nel 2017 invece perse nel 2018 nei quarti di finale ancora contro Cantù. Questa di Torino sarà la terza chance.

Il ritorno a Torino

Nel 1972 l’Olimpia realizzò quello che all’epoca era noto come “Piccolo Slam”, ovvero vinse tutte le competizioni cui era stata ammessa inclusa la Coppa Italia che all’epoca si disputava a fine stagione. L’Olimpia aveva già vinto la Coppa delle Coppe e lo scudetto. A Torino completò una stagione memorabile battendo in finale l’Ignis Varese che nello stesso anno aveva vinto la Coppa dei Campioni, un risultato eccezionale.

I sopravvissuti

Quanti giocatori dell’Olimpia attuale erano in campo in ambedue i successi delle ultime due stagioni? In termini di presenza in campo solo tre, ovvero Kyle Hines, Gigi Datome e Paul Biligha. Ma Shavon Shields faceva parte di ambedue le squadre, solo che un anno fa era infortunato e non in grado di giocare, come purtroppo succederà quest’anno. Datome nel 2021 a Milano venne nominato MVP di una competizione che l’Olimpia riuscì a dominare, imponendosi con grandi scarti. Lo scorso anno non fu MVP, ma risultò decisivo sia in finale contro Tortona che nella durissima semifinale con Brescia in cui ebbe 12 punti in 21 minuti.

La media scarti

Generalmente le Final Eight denunciano equilibrio diffuso e partite tirate. Ma l’Olimpia ha vinto due delle sue più recenti Coppe imponendosi in modo energico: nel 2021 a Milano vinse le tre gare con uno scarto complessivo di 87 punti, 29.0 di media; nel 2016 sempre a Milano lo fece con 67 punti di scarto globale. Più “regolari” le affermazioni delle stagioni successive a Rimini nel 2017 e a Pesaro nel 2022.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Final Eight 2023, storie, numeri e statistiche dell'Olimpia Milano

Today è in caricamento