rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Basket

Serie A, Armani e lo scudetto dell'Olimpia Milano: "La vittoria più bella"

Il patron biancorosso ha parlato dopo la vittoria in Gara 6 sulla Virtus Bologna: "Questo titolo vale un po' più degli altri perché arriva dopo due anni di pandemia e dopo un campionato emozionante sotto ogni aspetto. Il futuro? Proveremo a vincere tutto"

Giorgio Armani si gode un altro successo della sua Olimpia Milano: il patron, al comando del club dal 2008, è stato il primo a scendere sul parquet dopo la sirena finale di Gara 6, che ha sancito il ritorno del tricolore sul petto dei suoi ragazzi. Il 29° scudetto dei milanesi. Lo stilista e imprenditore ha parlato delle emozioni e dei prossimi obiettivi su alcuni quotidiani: “Gli scudetti sono tutti belli - ha detto Armani - . Questo forse vale un po' di più perché è il frutto di un cambio di mentalità all'interno della società, che dà la sensazione di una maggiore stabilità rispetto al passato. Arriva dopo due anni di pandemia e dopo un campionato che è stato trascinante ed emozionante sotto ogni aspetto. E poi è il più bello perché è l'ultimo in ordine di tempo: l'ultima sensazione è sempre la più forte, la più piacevole. Non avrei mai immaginato di vivere sensazioni del genere, ma certo era la mia speranza quando ho acquistato il club. Lo sport ha ancora la capacità di emozionare, di stupire perché è vero, è un ambito in cui ci si impegna e poi vedi davvero lo sforzo e il risultato. La pallacanestro poi è un gioco organizzato dove anche il più grande fuoriclasse senza l'appoggio della squadra non può arrivare alla meta”.

Coach Ettore Messina valore aggiunto della sua macchian da guerra: “Con lui ho trovato una persona che intende lo sport esattamente come io intendo il mio lavoro di squadra nella moda. È una persona che ha carisma e grande passione e poi sa tenere insieme gli atleti, facendo in modo che diano il meglio in campo. La squadra? Questi ragazzi hanno quelle qualità che fanno grandi gli sportivi: determinazione, impegno indefesso, mancanza di protagonismo e l'idea di dare il massimo per la squadra. Sono tutti ragazzi speciali, ognuno con la sua personalità, chi più schiva, chi più gregaria, chi più trascinante e da leader, ma tutti sanno come impegnarsi, tirando fuori il meglio dai loro compagni”.

Il futuro? "Come si dice? Il cielo è il limite. Trentesimo scudetto o Eurolega? Perché non entrambi? Stiamo vivendo un momento felice e mi aspetto il meglio anche per l'immediato futuro, anche se ora è bello godersi questa grande soddisfazione. Proveremo a vincere tutto".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie A, Armani e lo scudetto dell'Olimpia Milano: "La vittoria più bella"

Today è in caricamento